Doti che un eccellente capo deve possedere

di Teresa Barone

scritto il

Sei caratteristiche necessarie per ottenere una promozione che conduce a un ruolo manageriale, secondo un?indagine Robert Half.

Quali sono le caratteristiche fondamentali per essere un buon capo? Robert Half, nota società di recruitment specializzato, ha rivolto questa domanda a un campione di circa cento manager delle risorse umane italiani al fine di tracciare l’identikit del perfetto leader, dotato quindi di tutte le qualità necessarie per conquistare un ruolo dirigenziale.

=> Leggi come si diventa manager positivi

Secondo l’indagine saper lavorare in squadra è una qualità indispensabile per ottenere una promozione, così come possedere un valido background di competenze tecniche e mostrare dedizione per il proprio lavoro. Quando si ambisce a un ruolo manageriale, tuttavia, la rosa delle skills richieste si amplia notevolmente.

I responsabili HR interpellati, infatti, hanno focalizzato l’attenzione sulla necessità che un buon capo abbia spiccate doti comunicative, oltre che integrità e capacità di motivare i propri collaboratori. Ecco l’elenco delle sei doti che non devono mancare in un perfetto boss.

Doti comunicative 60%
Integrità 44%
Capacità di motivare 38%
Solide capacità di management 30%
Visione strategica 22%
Competenze tecniche 20%

Le competenze di carattere tecnico sono sempre molto apprezzate dai responsabili delle risorse umane, insieme alle capacità di management (valutate indispensabili dal 30% degli intervistati). Carlo Caporale, Associate Director di Robert Half, ha commentato gli esiti della ricerca con queste parole:

«Le competenze trasversali fanno del manager, un buon manager. Saper stimolare le proprie risorse con continuità, avere un approccio comunicativo onesto e trasparente, saper dare direttive condividendone gli obiettivi sono competenze che, insieme a quelle tecniche, decretano il successo di un buon capo.»

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari