Consigli per la leadership al femminile

di Chiara Basciano

scritto il

Emergere come donna leader nel mondo del lavoro. Ecco i consigli di Cynthia Trudell di PepsiCo.

Pur essendo stata dimostrata l’abilità e l’opportunità di avere donne ai vertici aziendali, la realtà del nostro paese è ancora lenta a recepire la portata di questo cambiamento, e si ostina a porre ostacoli all’affermazione delle donne manager. Ecco qualche consiglio mirato da parte di Cynthia Trudell, responsabile delle risorse umane della multinazionale statunitense PepsiCo, per poter emergere come donna leader nel mondo del lavoro.

=> Leggi come possono fare la differenza le donne manager

Intanto, consiglia la Trudell, bisogna puntare sulle capacità comunicative femminili, che riconoscono alle donne una capacità di ascolto superiore a quella degli uomini, e un tocco di sensibilità e partecipazione in più. Quindi, bisogna saper essere flessibili e adattabili, perché questo richiede il mercato attualmente e perché in questo modo si tiene sempre aperta la possibilità di usufruire delle idee e dei progetti dei propri collaboratori, quando vadano nella stessa direzione della cultura aziendale.

Importante anche saper essere sempre se stesse, e confidare senza dubbi nelle proprie possibilità, essere creative e perseveranti. Gli ostacoli infatti si presenteranno lungo la strada, e per superarli al meglio è necessario saper avere la pazienza necessaria, senza voler raggiungere tutto subito.

Infine, altra particolarità che fa emergere le donne in azienda: una leader al femminile deve saper tenere compatto il gruppo di lavoro, coinvolgendo quanti più talenti possibile senza dare troppo spazio a attriti e rivalità. Così facendo, molti degli ostacoli all’affermazione della leadership al femminile saranno agevolmente superati. In attesa che venga poi rimosso e dimenticato quel “tetto di cristallo”, solo apparentemente invisibile, che limita l’ingresso delle donne ai piani alti delle aziende di casa nostra.