La verità sul sonno

di Chiara Basciano

scritto il

Quante ore sono necessarie per una giornata produttiva? La risposta è quanto mai soggettiva.

Qual è il giusto numero di ore di sonno che sono necessarie per risultare produttivi al massimo durante la giornata successiva? Una domanda difficile a cui rispondere, anche perché alla voce che vuole le famose otto ore come quantità giusta per rendere al meglio durante il giorno si contrappongono gli esempi di storiche personalità di spicco, da Tesla a Napoleone tanto per fare due nomi, accomunate dal fatto di dormire solo poche ore per notte, al massimo quattro.

La Sleep Foundation, un’autorità in fatto di sonno, alla fine si è trovata costretta ad ammettere che non esiste un’unica ricetta che vada bene per tutti quanti, perché anche se può sembrare strano accontentarsi di dormire solo quattro ore per notte, ogni persona è differente dalle altre. Se insomma dopo sei ore di sonno vi sembra di essere in grado di partire di slancio per una giornata produttiva, allora nessuno meglio di voi potrà decidere che quella è la giusta quantità di sonno.

Due consigli possono poi risultare utili in fatto di quantità e qualità del sonno: il primo è quello di aiutarsi durante la giornata con dei micro-riposi, che non superino i venti/trenta minuti complessivamente, il secondo invece è quello di allontanare per quanto possibile dalla propria camera da letto i dispositivi elettronici, così da non cadere nella tentazione di consultarli fino all’ultimo momento, incidendo negativamente sulla qualità del sonno. Anche la più importante delle comunicazioni può aspettare qualche ora…

I Video di PMI

Aliquote IRPEF e scaglioni di reddito