La ricetta della squadra perfetta

di Teresa Barone

scritto il

Il segreto per creare un team vincente? La squadra perfetta si basa sulla convivenza di quattro stili lavorativi diversi. Ecco quali sono.

A ciascun individuo corrisponde uno stile lavorativo differente. Identificarlo è fondamentale per affidare a ogni collaboratore le mansioni giuste facendo in modo che possa esprimersi al meglio e ottenere sempre il massimo del rendimento. Una teoria che si rivela efficace soprattutto nel momento in cui si devono selezionare i membri di un team di lavoro.

La squadra perfetta, infatti, è data proprio dalla compresenza di quattro stili di lavoro diversi, un equilibrio di temperamenti e personalità in grado di potenziare le chance di raggiungere un obiettivo limitando i rischi e risparmiando tempo.

Quali sono i principali stili lavorativi? All’interno di un gruppo di lavoro non deve mancare chi ha l’indole dell’esecutore: i dipendenti instancabili sempre pronti ad eseguire i compiti assegnati sono senza dubbio preziosi alleati, tuttavia hanno bisogno di essere diretti e di avere un punto di riferimento nella squadra.

Altro ruolo fondamentale è quello del leader, che deve saper ascoltare, motivare, ispirare e valorizzare il lavoro altrui. Il team si arricchisce ancora di più se al suo interno ci sono membri appassionati e capaci di creare relazioni forti, spesso in grado di capire le perplessità dei colleghi e aiutarli a rendere note per trovare una soluzione.

=> Scopri i consigli per motivare i dipendenti

Anche la presenza di alcuni membri motivati dalla voglia di apprendere fa bene alla squadra: sono proprio questi collaboratori dediti alla formazione, stimolati dalla voglia di imparare, a comprendere prima di altri le varie sfaccettature di un problema facendo emergere eventuali nodi da sciogliere.