Pregi e difetti dei manager italiani

di Chiara Basciano

scritto il

Manager italiani: come dovrebbero essere e come sono

Rintracciare delle caratteristiche che dovrebbero appartenere a tutti i manager italiani, in modo da fornire un ritratto generale e ideale è stato il compito della ricerca svolta da Hays.

=> Leggi i tratti dell’imprenditore di successo

Ecco allora che, secondo i dati riportati, risulta che la leadership è considerata fondamentale dal 95% degli intervistati per essere un manager vincente, seguita dalla creatività, con un 70% e l’attitudine commerciale per il 50%.

=> Vai ai quattro volti di un leader

Erika Perez, responsabile della divisione Hays Executive esprime il suo giudizio sui manager nostrani dichiarando «In questi ultimi anni, la classe dei top manager italiani è stata protagonista di enormi cambiamenti, dovuti non solo alla pessima congiuntura economia, ma anche al progredire dell’evoluzione tecnologica e all’internazionalizzazione delle imprese. Se fino a una decina di anni fa, per intenderci, bastavano una buona esperienza, ottime referenze e i contatti giusti per vedersi spalancare la porta della classe dirigenziale, oggi le cose si sono un po’ evolute. Anche ad altissimi livelli, si tendono a preferire figure professionali sempre più complete: senior manager che, oltre a una solida esperienza, possano vantare una forte propensione al new business e una forma mentis vivace e creativa».

=> Scopri il CEO perfetto

Un manager completo quindi, che sappia gestire le tecnologie, che abbia una buona capacità di parlare in pubblico e che non cada in facili divismi. Infatti il 45% degli intervistati evidenzia la tendenza a mettersi in mostra a scapito dell’azienda, che dovrebbe essere più valorizzata.