I vantaggi dell’Outplacement

di Chiara Basciano

scritto il

Perché è bene introdurre i servizi di Outplacement nella propria azienda

Mai come in questo momento storico si avverte l’importanza di ricorrere ai servizi di Outplacement.

=> Leggi l’intervista all’ex senior consultant di DBM Italia

Non serve citare il recente studio condotto da CareerBuilder study per capire la ricaduta negativa di un periodo di disoccupazione troppo lungo e i servizi di Outplacement cercano di impedire che questi si verifichino, individuando proposte di lavoro ad hoc. I vantaggi principali di tali servizi possono essere individuati in vari elementi.

Prima di tutto permettono di mantenere una buona relazione tra l’azienda e il lavoratore che è stato licenziato aiutandolo in un momento psicologico molto delicato e permettendogli di continuare ad avere relazioni con i colleghi. L’Outplacement supporta il lavoratore nella ricerca del lavoro sotto ogni punto di vista, sia selezionando possibili lavori, sia aiutandolo ad aggiornare il curriculum, a muoversi nel mondo della rete e a prepararsi ai colloqui di lavoro.

=> Vai alle linee guida per il licenziamento dei manager

Riuscire ad avere ex lavoratori comunque soddisfatti è molto importante, anche per tutelarsi da possibili cause legali, per questo bisogna coltivare la relazione con loro, facendoli sentire protetti. A volte si può utilizzare l’outplacement in situazioni di difficoltà, quando la mole di lavoro è troppo pesante e si avverte scontentezza da parte dei lavoratori.

Non sempre il licenziamento è un dato negativo, ma può diventare un modo per dare una nuova occasione ad un lavoratore stressato dalla situazione attuale. Questo creerà anche un ambiente di lavoro propenso a dare il meglio e un’immagine positiva dell’azienda.

I Video di PMI