La rivalsa del leader timido

di Chiara Basciano

scritto il

Una tesi cancella l'immagine del leader dominante ed egocentrico

I luoghi comuni vogliono che il manager abbia caratteristiche dominanti, che imponga le sue decisioni e che sia tendenzialmente egocentrico.

=> Vai all’identikit del capo ideale

Ma a sfatare questi falsi miti arriva lo studio effettuato da tre ricercatori di Harvard e Wharton e pubblicato sulla rivista specializzata Academy of Management Journal. Secondo lo studio infatti un leader timido ed introverso permette al team di esprimersi più facilmente e può traghettarlo con più successo verso la meta finale. Il leader impositivo, al contrario, rischia di creare malumori e di non riuscire ad ottenere risultati positivi.

=> Leggi le caratteristiche dei grandi leader

Ma non tutto è bianco o nero, infatti il nodo della questione risiede nel tipo di persone da cui è composto il team. Infatti in caso di caratteristiche remissive il capo con caratteristiche dominanti saprà prendere in mano la situazione e sarà visto di buon occhio, in caso contrario servirà un capo più “mansueto”, come è risultato evidente tramite un esperimento pratico.

=> Scopri come parlare in pubblico

Infatti i ricercatori hanno notato che la produttività di gruppi di lavoro di 130 punti vendita di un’azienda statunitense di consegna di pizza a domicilio dipendeva molto dal tipo di team e dal capo che funzionava meglio in base ad esso.

Un secondo esperimento ha coinvolto 163 studenti che hanno replicato un modello di gruppi di lavoro. Ancora una volta è stata confermata la tesi. Infatti i gruppi passivi migliorano quando a guidarli è un estroverso, viceversa quelli intraprendenti raggiungono i risultati peggiori quando sono guidati da leader egocentrici.

I Video di PMI