5 modi per iniziare a lavorare intelligentemente

di Floriana Giambarresi

scritto il

Smart working: ecco alcuni modi per iniziare a lavorare smart, ovvero in maniera intelligente e aumentare così successo e produttività.

Una delle cose a cui ogni manager di successo dovrebbe puntare è quella di lavorare meglio, non lavorare di più. In definitiva si dovrebbe saper gestire il tempo al meglio ottimizzando il sonno, l’esercizio, i momento di svago e il lavoro in modo tale che il tempo trascorso in ufficio sia così produttivo come dovrebbe essere. Ecco dunque alcuni modi per iniziare a lavorare smart.

=> Leggi perché Google consiglia di lavorare meno

Prendete più pause rispettando i vostri tempi di attenzione naturali. In media, il cervello umano è in grado di concentrarsi per 90 minuti e ha bisogno succesivamente di 20 minuti di riposo. Prendete dunque più pause durante la giornata, cosa che può aiutare a rinfrescare la mente e a reimpostare la capacità di attenzione.

Uno dei modi più efficaci per aumentare le funzioni del cervello è quello di fare dei sonnellini, ovvero dei riposini che effettivamente aiutano il nostro cervello a solidificare i ricordi, e dunque hanno benefici nel processo di apprendimento.

Terzo consiglio: trascorrete del tempo nella natura, cosa che può aiutarci a ripristinare la capacità di attenzione e a rilassare la nostra mente. Solitamente infatti quando si fa una passeggiata all’aria aperta – come in un parco – ci si rilassa, mentre l’attenzione necessaria per girovagare in strade trafficate è troppa e non permette al cervello di rilassarsi.

Infine, iniziate la mattinata controllando la posta elettronica: non è un controsenso, anche se tutti dicono di non farlo, ma farlo come prima cosa è utile e aiuta a essere più produttivi durante la giornata, a patto poi di non ricontrollare l’email fino a sera.

=> Leggi i consigli per lavorare in un ufficio open space