Youth@Work: giovani lavoratori formati e motivati

di Teresa Barone

scritto il

Investire nelle giovani risorse per formare lavoratori soddisfatti e produttivi: il progetto Youth@Work di Randstad Italia.

Da Neet a Eeet (either in employment, education or training): da giovani inattivi e non impegnati nella ricerca di lavoro, a brillanti risorse pronte a costruirsi il loro futuro. Il progetto Youth@Work promosso da Randstad Italia si propone di supportare i lavoratori di domani attraverso attività di formazione e orientamento, favorendo motivazione e responsabilità sociale.

=> Abilità dei giovani assunti: cosa conta davvero?

Il progetto si basa sull’attivazione di una serie di iniziative per tutto il 2015, favorendo l’acquisizione di maggiore consapevolezza da parte dei giovani riguardo le proprie qualità e attitudini, rendendo meno complessa la ricerca di occupazione e lo sviluppo di percorsi lavorativi soddisfacenti.

«Con Youth@Work – ha affermato Marco Ceresa, AD di Randstad Italia – abbiamo l’obiettivo di stimolare i giovani ad approcciarsi in modo attivo al mercato del lavoro, allenandosi sul campo guidati dalle proprie passioni. Abbiamo avviato una serie di iniziative di orientamento trasversali per rendere i ragazzi consapevoli delle dinamiche del mercato del lavoro, delle sue difficoltà ma anche delle opportunità, come la crescente richiesta di tecnici con percorsi di studio Stem (Science, Technology, Engineering and Mathematics).»

Tra le iniziative figurano #passionjobtechweek (per la valorizzazione del lavoro in ambito tecnico), il progetto ‘Goal’ (Gruppo orientamento al lavoro) strutturato in una serie corsi destinati ai giovani in cerca di occupazione, e ancora ‘Field Coverage’ per l’orientamento nelle scuole superiori di tutta Italia, e ‘Allenarsi per il futuro’ realizzato da Bosch e Randstad al fine di contrastare la disoccupazione giovanile (orientamento scolastico e alternanza scuola-lavoro).

I Video di PMI