Più mobilità, più creatività

di Redazione PMI.it

scritto il

Cambiare spesso scrivania e postazione favorisce l?efficienza e la produttività dei dipendenti.

I datori di lavoro dovrebbero riflettere attentamente sulla disposizione delle postazioni in ufficio, adottando strategie efficaci per migliorare l’efficienza ma anche stimolare il genio creativo.

=> Scopri quando la creatività nasce dal pessimismo

Se da un lato è opportuno raggruppare i dipendenti a seconda delle mansioni e degli incarichi, può rivelarsi utile “mescolare” personalità e temperamenti differenti, favorendo innovazione.

A sostenerlo è una ricerca portata avanti dall’Institute of Sloan School of Management Technology, nel Massachusetts, che sottolinea come spostare i dipendenti da una scrivania a un’altra dopo poco tempo contribuisca ad aumentare la produttività e la collaborazione. Analizzando le singole personalità dei lavoratori, inoltre, si possono creare abbinamenti molto proficui: chi è calmo e pacato ha un maggiore effetto positivo sugli altri, così come essere circondato da colleghi allegri ed energici giova senza dubbio al dipendente molto stressato. Al contrario, una particolare “lentezza” non è decisamente contagiosa.

=> Miti da sfatare sulla creatività

Ma ecco il rovescio della medaglia: passare da una postazione a un’altra molto frequentemente può non piacere ai lavoratori, che temono di non avere abbastanza controllo sul loro ambiente.