Madri e padri a lavoro con i figli

di Teresa Barone

scritto il

Il 5 novembre LinkedIn lancia il ?Bring in Your Parents Day?: porta un genitore a lavoro con te?

Bring in Your Parents Day“: questo il titolo dell’iniziativa promossa da LinkedIn in 17 Paesi del mondo e in programma per il prossimo 5 novembre. Un invito rivolto ai genitori che, in occasione della manifestazione, possono accompagnare il figlio o figlia sul posto di lavoro, conoscendo meglio la professione svolta dalla prole.

=> Professioni manageriali: un mistero per i genitori

Finalità del progetto, che coinvolge l’Italia insieme a Regno Unito, Stati Uniti, Francia, Paesi Bassi, Svezia, Spagna, Brasile, Australia, India, Canada, Singapore, Nuova Zelanda, Malesia, Cina, Giappone e Hong Kong, è favorire un maggiore coinvolgimento delle madri e dei padri nelle scelte lavorative dei figli, che sempre più spesso lamentano una carenza di attenzione genitoriale verso la loro carriera.

Stando agli esiti di un’indagine condotta da LinkedIn, infatti, i genitori non rappresentano un reale supporto per la carriera dei figli, disinteressandosi del loro percorso professionale molto preso.  In Italia, ad esempio, il 30% degli intervistati afferma di non poter contare sui consigli dei genitori una volta ottenuto il primo impiego.

Solo il 3% dei genitori italiani coinvolti nella ricerca, inoltre, sostiene di sentirsi sufficientemente informato riguardo il lavoro dei figli.

=> Scopri perché gli italiani sono scettici verso LinkedIn

Come ha sottolineato Alexandra Beauregard, docente presso la London School of Economics:

«I genitori sanno di essere uno dei fattori più importanti nel plasmare l’educazione in famiglia. La figura del “genitore faro” incarna questo stile di genitorialità continuando a dimostrare un interesse per la vita professionale del figlio e a offrire supporto e suggerimenti quando richiesto, ovviamente senza interferire»