L’arte di supervisionare

di Teresa Barone

scritto il

Più comunicazione, dialogo, attenzione alle esigenze del singolo per supervisionare una squadra con successo.

Gestire al meglio un team è un obiettivo che richiede costanza e attenzione continua, un percorso che si costruisce nel tempo e si consolida grazie a una serie di buone abitudini.

=> Strategie per migliorare la produttività del team

Supervisionare una squadra con successo significa incentivare la comunicazione e creare un clima sereno, mostrare apertura e flessibilità nei confronti dei dipendenti stimolandoli al confronto e al dialogo.

Il primo step è definire gli obiettivi e condividerli con il gruppo, stabilendo priorità e soprattutto definendo le responsabilità di ciascuno, elencando mansioni e impegni da portare avanti per trasformare un determinato obiettivo in realtà.

Supervisionare bene significa anche valorizzare le prestazioni e sottolineare quando il lavoro di un dipendente sta superando gli “standard” prefissati, motivando tutto il team.

Anche tenere conto delle idee e delle opinioni dei membri del gruppo è un’ottima strategia per consolidare la loro fiducia e promuovere innovazione: in questo modo, inoltre, i dipendenti si sentono competenti e valorizzati. Altrettanto fondamentale, tuttavia, è sostenere i dipendenti anche in tempi più difficili, preoccupandosi del loro benessere e cercando di aiutarli a risolvere eventuali problemi e criticità.

=> Migliorare il morale dei dipendenti senza incentivi finanziari

Un supervisore capace, infine, cerca sempre di risolvere eventuali inefficienze e migliorare la strumentazione a disposizione delle sue risorse, valutando e implementando nuovi processi e tecnologie per migliorare l’efficienza.