Come avere dipendenti felici

di Chiara Basciano

scritto il

Flessibilità, benessere, formazione e tecnologia, cosa piace ai dipendenti.

Gratificazione, buste paga adeguate e un ambiente stimolante ma sereno, queste sono condizioni considerate essenziali per molta parte dei lavoratori, ma, in termini pratici, per quanto riguarda l’organizzazione quotidiana, il lavoratore medio punta a staccarsi dall’azienda per fare altro.

=> Leggi dipendenti felici più produttivi

A rivelarlo è l’indagine condotta da Jobrapido che ha individuato le caratteristiche che rendono un’azienda particolarmente gradita al suo lavoratore. Al primo posto si trova la flessibilità, che permetta una gestione della vita privata in tutta serenità. Il 52% infatti la considera l’offerta più allettante, seguita, con il 25%, da offerte per corsi di aggiornamento per lavoratore e famigliari e da agevolazioni per visite mediche, con il 19%. All’ultimo posto, per il 4%, la possibilità di coltivare i propri hobbies.

=> Scopri come far felici i dipendenti

Anche la salute quindi riveste un ruolo fondamentale. Basti pensare che la richiesta di una mensa più sana interessa il 51% degli intervistati, mentre poco allettano sconti per fiere legate al cibo e degustazioni, così come la presenza di uno chef una tantum all’interno della cucina aziendale. Per quanto riguarda lo sport non piace l’idea di avere corsi e attrezzature all’interno della struttura aziendale, ma al lavoratore piace scegliere ciò che preferisce all’esterno, magari usufruendo di sconti particolari grazie all’azienda.

Grande importanza rivestono anche i viaggi, il 44% infatti vorrebbe sconti su alberghi e spostamenti  mentre il 29% si accontenterebbe di avere la possibilità di una maggiore libertà a ridosso del weekend per potersi muovere con maggiore libertà.

=> Vai a come avere dipendenti felici

Per quanto riguarda il trend tecnologico il 36% vorrebbe corsi di aggiornamento specifici mentre il 29% non disdegnerebbe sconti su strumenti tecnologici. Rob Brouwer, CEO di Jobrapido spiega «La creazione di un clima lavorativo in cui il dipendente sente l’azienda vicina ai suoi interessi incide positivamente sul suo benessere e, di conseguenza, sulla qualità del lavoro svolto quotidianamente. Inoltre, questo è uno dei punti cardine dell’employer branding, ovvero l’immagine che l’azienda comunica ai propri attuali e potenziali dipendenti per rendersi attraente, definita attraverso strategie di marketing e branding per il recruitment e la fidelizzazione delle risorse».