Stress sul lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Lo stress che nasce per colpa del lavoro, ecco nello specifico di cosa si tratta e per quale motivo nasce.

I pensieri che si hanno verso il lavoro sono infiniti, oltre a quelli positivi, che in alcuni casi possono essere pochi, sono presenti in maggior dose quelli negativi. 

=> Stress da lavoro: sintomi e cause

Nello specifico sono proprio i pensieri negativi a portare gravi problematiche, in quanto nascono sul lavoro ma rimangono comunque presenti anche nella propria vita privata, questo porta a vivere così le proprie giornate sotto pressione. Tutto ciò è fonte di stress che rende il lavoratore instabile, stanco e demotivato, ma pur cercando di allontanare i pensieri portatori di stress, il lavoro tende per colpa di dinamiche e problematiche a far nascere spesso stress e depressione.

=> Abitudini contro lo stress 

Non è solo il peso delle mansioni a creare disagi, ma si parla di molte più mancanze e difficoltà, come può essere una scarsa retribuzione, poca considerazione, colleghi e capi inadeguati e troppo lavoro in poco tempo. In poche parole tutto ciò che rende insoddisfatto il lavoratore, porta stress con conseguenze più o meno gravi se non si riesce a controllarlo. Un malessere molto diffuso: più di un lavoratore su quattro nell’Unione europea soffre di stress legato all’attività lavorativa, coinvolgendo tutte le figure professionali, problematiche che vanno a danneggiare sia la salute e sia la produttività e la competitività di un’azienda

=> Lavoro, che stress

Per questo è fondamentale nel caso in cui sorgano dei problemi, parlare con il datore di lavoro, con il sindacato o con un altro rappresentante dei lavoratori, cercando così di trovare una soluzione alle proprie problematiche per evitare complicanze. Inoltre è importante anche individuare i problemi, le possibili soluzioni e le modalità di attuazione. Infine per cercare di migliorare in generale la situazione e non solo il proprio caso, può essere d’aiuto cercare di proporre delle idee per migliorare in primis l’atmosfera presente sul lavoro, parlare della mole di lavoro e capire se sia eccessiva o meno. Ma sopratutto mantenere sempre attiva la comunicazione con i superiori, solo così si potrà sperare in un cambiamento e in una reale soluzione per se stessi e per gli altri.