Ricerche di personale problematiche

di Teresa Barone

scritto il

Le figure professionali di cui le imprese hanno bisogno ma che fanno fatica a reperire.

Ammontano a duecentomila le posizioni lavorative difficili da coprire per la difficoltà di trovare candidati qualificati, in pratica il 20,6% dei 969mila nuovi ingressi stimati dalle aziende italiane tra luglio e settembre 2017.

=> Scopri come creare i talenti

Lo rivela l’analisi del sistema informativo Excelsior realizzata da Unioncamere in accordo con l’ANPAL, indagine che sottolinea come una ricerca di personale su cinque corra il rischio di non andare a buon fine e di concludersi con una posizione vacante.

«Più complicato, nonostante l’elevato tasso di disoccupazione, appare trovare il profilo giusto tra i giovani (23% la difficoltà di reperimento) ai quali si indirizza il 35% degli ingressi programmati (339mila in tutto) – comunica Unioncamere attraverso il comunicato stampa ufficiale -. Sono soprattutto le imprese dell’Ict e delle industrie metalmeccaniche ed elettroniche (37% in entrambi i casi) che segnalano maggiori criticità nel reperire personale adeguato. E all’interno delle diverse aree aziendali, quella tecnica e di progettazione sarà destinata a incontrare più di altre ostacoli nella ricerca.»

Per quanto riguarda i professionisti che le aziende faticano maggiormente a reclutare, in cima alla classifica dei profili introvabili sono l’analista programmatore, l’operatore commerciale, il rappresentante, l’addetto alla logistica di magazzino, lo specialista della gestione e del controllo.

Fonte immagine: Shutterstock

I Video di PMI

Guida alle ferie aziendali