Running: toccasana per i manager

di Teresa Barone

scritto il

Intesa tra Federmanager Roma e Fidal per potenziare autostima e fiducia nei manager inoccupati.

Un ruolo dirigenziale comporta sempre una buona dose di stress, malessere che tuttavia non smette di accompagnare i manager inattivi e momentaneamente privi di occupazione: in entrambi i casi, l’attività fisica rappresenta una risorsa da sfruttare per potenziare l’autostima e recuperare la fiducia in sé stessi, messa a dura prova dall’assenza di prospettive.

=> Sport e dietologo per far felici i dipendenti

Sulla base di questo principio, Federmanager Roma e Fidal hanno siglato un protocollo di intesa per incentivare il recupero dell’autostima nei manager inattivi sfruttando le potenzialità del running,

«Il running se ben eseguito – afferma Giacomo Gargano, presidente Federmanager Roma- può rappresentare una vera e propria terapia in questi casi; non esistono ad oggi dati scientifici sulla correlazione tra running ed elevati livelli di autostima negli inoccupati. Per questo motivo il progetto si propone anche una valutazione scientifica e psicologica. Riteniamo questo servizio una grande opportunità di interesse medico-scientifico e di recupero psicologico, a vantaggio di manager che hanno ricoperto ruoli decisionali importanti e che purtroppo si ritrovano inoccupati, il più delle volte anche in età avanzata.»

Federmanager Roma e Fidal, in collaborazione con la facoltà di Psicologia dell’Università ‘La Sapienza’ di Roma, promuovono il progetto “Salute del manager, sport e resilienza: miglioramento delle performance e perseguimento degli obiettivi”. Sono previsti sei mesi di allenamenti svolti con il coordinamento di un trainer Fidal.

I Video di PMI

Guida alle ferie aziendali