Quando la pubblicità  viaggia via Wi-Fi

di Marco Mattioli

scritto il

Ogni occasione è buona per promuovere prodotti o inviare inserti pubblicitari e promozionali in mobilità . Di fatto, il marketing di prossimità  sta cercando di imporre le proprie strategie, per raggiungere i potenziali clienti in ogni situazione.

Le novità  più interessanti, in realtà , vengono dalle tipologie di canale scelto: ormai, oltre ad RFID e Bluetooth, anche la connessione Wi-Fi viene presa in considerazione per proporre iniziative commerciali.

Una conferma di rilievo credo arrivi da Free-hotspot.com, che rappresenta uno dei principali fornitori internazionali di hotspot gratuiti.

Di recente, infatti, è stata presentata una piattaforma – per il cosiddetto EDGE Messaging – che si propone di offrire ai gestori dei singoli access point uno strumento finalizzato a promuovere le proprie attività  tra gli utenti. La pubblicità  viene inviata prima di effettuare l’accesso al Web, riuscendo così ad interagire con gli utilizzatori secondo diverse modalità .

Varie attività  potrebbero trarre vantaggio da questa piattaforma, come alberghi, ristoranti e centri commerciali. Credo sia possibile individuare anche altre applicazioni, come la somministrazione di sondaggi per valutare il gradimento della clientela e la rivendita di pubblicità  di terze parti.

Del resto gli hotspot gratuiti rappresentano un’occasione semplice e a costi ragionevoli per comunicare ed interagire con un numero elevato di persone. E’ però necessario mettere a punto strategie adeguate per evitare di “assillare” l’utenza, riducendo le potenzialità  a disposizione.

I Video di PMI