Amministratori di sistema e tutela dei dati: proroga sugli adempimenti

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Il Garante per la privacy ha modificato il provvedimento relativo agli amministratori di sistema; il termine per l'adozione delle nuove disposizioni, previsto per il 30 giugno, slitta al 15 dicembre

Il Garante per la protezione dei dati personali, nei giorni scorsi ha integrato il provvedimento relativo agli amministratori di sistema.

Per prima cosa, il termine ultimo per mettersi in conformità è stato inoltre prorogato al 15 dicembre prossimo, tempo necessario ad adeguare le misure tecniche e organizzative necessarie a quanto richiesto.

Il provvedimento preso lo scorso novembre – modificato sul filo di lana lo scorso 25 giugno – prevedeva l’obbligo per le imprese di adeguarsi alle misure in materia di privacy entro e non oltre il 30 giugno 2009.

Con le nuove disposizioni, inoltre il Garante facilita il corretto adempimento delle prescrizioni, mantenendo comunque elevato il livello di protezione dei dati personali.

La norma vuole ancora che gli amministratori di sistema, di rete, di database o manutentori conservino le registrazioni per almeno sei mesi in archivi immodificabili e inalterabili.

D’ora in poi, però, le procedure per l’individuazione degli amministratori di sistema e per la tenuta dei relativi elenchi potranno essere effettuate anche dai responsabili del trattamento, oltre che dai titolari.

Un cambiamento effettuato allo scopo di rendere più snelli gli obblighi per le imprese nelle quali determinati servizi informatici vengano svolti da società esterne.