Contabilità Pmi: regime ordinario per il 2009

di Noemi Ricci

scritto il

Per il bilancio abbreviato, i nuovi limiti saranno validi a partire dal bilancio 2009, quindi per le società che abbiano superato i precedenti limiti permane l'obbigo di presentare il bilancio ordinario

Obbligatorio il bilancio ordinario per tutte quelle società, anche Pmi, che nel biennio 2007-2008 abbiano superato il limite stabilito precedentemente dall’articolo 2435-bis del Codice civile.

Questo anche se risultano essere al di sotto della soglia stabilita dalla Direttiva 46/2006/Ce, poichè i nuovi limiti per il bilancio abbreviato previsti dal Decreto Legislativo numero 173 del 2008 saranno operativi a partire dal 2009.

Ricordiamo che l’articolo 2435-bis del Codice civile prevedeva la possibilità di redigere il bilancio in forma abbreviata per quelle società che, nel primo esercizio o, successivamente, per due esercizi consecutivi non avessero superato due dei seguenti limiti:

  • totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 3.125.000 euro;
  • ricavi delle vendite e delle prestazioni: 6.250.000 euro;
  • dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 50 unità.

Secondo le modifiche apportate, invece, i nuovi limiti sono:

  • 3.650.000 euro per il totale attivo dello stato patrimoniale;
  • 7.300.000 euro per il ricavi delle vendite o prestazioni di servizi;
  • 50 unità come media dei dipendenti occupati nell’esercizio.

I Video di PMI

Come avviare una Srl Semplificata