7PQ, incentivare la ricerca nelle PMI

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Prosegue il ciclo di Giornate Informative organizzate dall'Arti e finalizzate a illustrare le opportunità e le misure per le PMI proposte dal Settimo programma quadro

Le Giornate Informative organizzate dall’Arti sono mirate a incentivare la partecipazione delle realtà pugliesi ai bandi della Commissione Europea in tema di ricerca; l’incontro del 29 gennaio, in particolare, ha trattato il tema ‘ricerca a vantaggio delle PMI’, una misura contenuta nel programma ‘Capacità’ presente all’interno del Settimo programma quadro.

Questo si rivolge alla crescita e all’occupazione, proponendo quattro grandi obiettivi a cui corrispondono quattro programmi specifici. Il programma Cooperazione mira a incentivare la cooperazione e a rafforzare i legami tra l’industria e la ricerca in un quadro transnazionale mentre il programma Idee serve ad incentivare le ricerche di frontiera in Europa.

Il programma Persone è mirato a scovare risorse finanziarie per migliorare le prospettive di carriera dei ricercatori in Europa attirando così un maggior numero di giovani ricercatori di qualità, mentre il programma Capacità cerca di fornire ai ricercatori strumenti efficaci per rafforzare la qualità e la competitività della ricerca in ambito europeo.

In riferimento a quest’ultimo punto, si tratta in sostanza di aumentare gli investimenti nell’ambito della ricerca puntando in modo particolare alle regioni meno efficienti e di creare poli regionali di ricerca sostenuti da cospicui finanziamenti (circa 1,3 miliardi di euro) a tutto vantaggio delle PMI.

Obiettivo finale è rafforzare le capacità di innovazione delle piccole e medie imprese e il loro contributo nello sviluppo di prodotti e mercati basati sulle nuove tecnologie, favorire l’esternalizzazione delle ricerche, valorizzare i risultati ottenuti e premettere l’acquisizione di un elevato know-how tecnologico.