Osservatorio Nori su Pmi Lazio: sì a infrastrutture, no a oneri

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Sul tema dello sviluppo del sistema delle imprese del Lazio si esprime il terzo rapporto dell'Osservatorio Antonio Nori che chiede più infrastrutture e meno tasse

Il terzo rapporto dell’Osservatorio Antonio Nori sull’azione del governo regionale del Lazio ha analizzato lo sviluppo del sistema delle imprese locali, evidendiando la necessità di una spinta infrastrutturale e di una diminuzione della pressione fiscale.

Il rapporto, presentato dal presidente di Federlazio Massimo Tabacchiera alla presenza del Presidente della Regione Piero Marrazzo, ha sottolineato come ci sia bisogno di risposte politiche ma anche operative.

Innanzitutto, per rilanciare le imprese regionali, è necessario «un piano di infrastrutturazione di qualità, che invece ci sembra stenti a decollare» ed in secondo luogo di «un abbassamento della pressione fiscale e, in particolare, per rimanere nel quadro delle competenze regionali, dell’Irap».

In realtà, proprio su questa tassa, la presentazione del rapporto si spinge oltre ribadendo che l’Irap «resta un’imposta da eliminare completamente e, in attesa di questo, da abbassare«.

Per il resto si conferma la necessità di muoversi verso la semplificazione degli adempimenti burocratici che, di fatto, continuano a rappresentare per le imprese un problema consistente, soprattutto nelle fasi iniziali.
In questo senso, a livello nazionale, qualcosa si sta già muovendo, ma è necessario ancora maggiore supporto alle imprese.

Intanto, una nota positiva è andata alla valutazione dei distretti industriali: il Rapporto ha sottolineato la modifica ai requisiti di finanziamento, che ora valorizzano anche le aggregazioni tra soggetti pubblici e privati legati da progettualità innovative.