Bridg€conomies: aziende sempre più in rete

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Progetto "Enterprise Europe Network": al lancio gli sportelli informativi per piccole e medie imprese in Puglia e Basilicata. Coinvolti anche esponenti d'Industria e Istituzioni

Sembra confermato il successo dell’iniziativa avviata dalla Commissione Europea lo scorso novembre, ossia la rete integrata per Pmi Enterprise Europe Network. Al momento, al progetto prendono parte 500 organizzazioni nazionali, tra cui camere di commercio, agenzie regionali di sviluppo e sportelli di servizio presenti in circa 40 Paesi.

Della rete – lanciata in Italia a Roma attraverso il convegno Un mercato unico europeo per tutti. Una nuova rete a portata della tua impresa promosso dalla Rappresentanza della Commissione Europea – fa parte anche il Consorzio Bridg€conomies che riunisce 19 partner italiani.

Tra questi anche Regione e Unioncamere Puglia, che hanno testimoniato la propria presenza e importanza strategica sul territorio in un convegno alla presenza di Andrea Mondello, Presidente Unioncamere e Virgilio Dastoli, Direttore della Rappresentanza della Commissione europea in Italia.

Presenti Günter Verheugen, Commissario europeo per le Imprese e l’Industria, Emma Bonino, Ministro per il Commercio Internazionale e le Politiche Europee, e Pier Luigi Bersani, Ministro per lo Sviluppo Economico.

Anche la sede di Unioncamere Basilicata ha ospitato la presentazione del Bridg€conomies. Un progetto che, a detta del direttore dell’ente Michele Di Tolla, svolge una funzione strategica di snodo locale della rete. In questo quadro, Unioncamere promette di svolgere un ruolo parimenti strategico: artefice della diffusione delle informazioni comunitarie verso le Pmi territoriali, al fine di promuoverle e migliorare le opportunità di business.