Busta paga e RAL 2022: guida al calcolo dello stipendio netto

di Redazione PMI.it

scritto il

Guida alla RAL 2022: significato, utilizzo, calcolo stipendio netto, riforma e come calcolare il guadagno in busta paga dalla Retribuzione Annua Lorda.

RAL: cos’è, come si utilizza per calcolare lo stipendio netto dal lordo e qual è il significato della sigla RAL? Sono tra le domande che più spesso si pongono i lavoratori che vanno a leggere la busta paga, tentando di comprenderne tutte le parti o per desumere qual è la retribuzione annua lorda rispetto al netto percepito, o magari per capire a quanto ammonterà lo stipendio netto di una nuova proposta di lavoro formalizzata tramite RAL.

Vediamo dunque di chiarire cos’è la RAL, dal significato dell’acronimo al metodo di calcolo, fino al suo utilizzo nella stima dello stipendio netto percepito in busta paga.

=> Calcolo stipendio netto  online

RAL: acronimo e significato

Quando si parla di stipendi, buste paga e contratti di lavoro, la sigla RAL ha il significato di Retribuzione Annua Lorda. La RAL quindi cos’è: si tratta del valore totale della retribuzione che un dipendente percepisce nell’arco di un anno, al lordo della tassazione dello stipendio.

Solitamente la RAL è l’importo che viene concordato con il datore di lavoro in fase di assunzione e comprende anche il calcolo delle tasse sul reddito, quindi le trattenute IRPEF, assistenziali e previdenziali applicate dal datore di lavoro in qualità di sostituto di imposta.

La RAL, dunque, comprende:​

  • ogni retribuzione mensile lorda;
  • le ritenute previdenziali e assistenziali, solitamente i contributi INPS (9,49%), a carico del lavoratore;
  • le trattenute IRPEF, quindi le tasse sugli stipendi dipendenti dallo scaglione di reddito nel quale si ricade.

=> Buste paga: calcolo risparmi con la nuova IRPEF

Dalla RAL allo stipendio netto

La RAL non include eventuali bonus in busta paga esentasse, come il Bonus Renzi, e le detrazioni fiscali (da lavoro dipendente) spettanti per legge. Questi importi vanno ad aumentare il netto in busta paga, ma non concorrono al lordo annuo.

Ecco perché in molti si chiedono come si effettua il calcolo dello stipendio netto, e come si arriva all’effettivo importo che arriverà nelle tasche del lavoratore, a fronte di una determinata RAL proposta dal nuovo datore di lavoro o in caso di aumento chiesto al capo, da pattuire proprio in termini di RAL.

Per calcolare lo stipendio netto a partire dal lordo, e quindi dalla RAL, si può utilizzare il pratico calcolatore online messo gratuitamente a disposizione su PMI.it, o procedere manualmente andando a:

  • calcolare l’imponibile IRPEF, pari alla RAL meno le ritenute previdenziali e assistenziali;
  • effettuare il calcolo delle tasse sul reddito, ovvero l’IRPEF dovuto in base allo scaglione in cui si ricade;
  • sottrarre alla RAL le ritenute previdenziali e assistenziali e l’IRPEF;
  • sottrarre le addizionali IRPEF comunali e regionali;
  • dividere l’importo dello stipendio netto annuale così ottenuto per il numero di mensilità previste dal proprio contratto o dal CCNL, tenendo quindi conto di eventuali tredicesima e quattordicesima);
  • aggiungere eventuali bonus e detrazioni spettanti.

=> Detrazioni lavoro in busta paga 2022: le istruzioni di calcolo

Calcolo stipendio dalla RAL: esempi 2022

Vediamo qualche esempio di calcolo dello stipendio netto 2022 a partire dal lordo (RAL) effettuato con il nostro calcolatore, considerando un lavoratore impiegato in Lombardia, senza carichi di famiglia al quale vengono corrisposte 13 mensilità:

  • con 15.000 euro di RAL lo stipendio netto sarà pari a 13.427 €, ossia 1.033€ al mese;
  • con 20.000 euro di RAL lo stipendio netto sarà pari a 17.051 €, ossia 1.312 € al mese;
  • con 20.000 euro di RAL lo stipendio netto sarà pari a 19.717 €, ossia 1.517 € al mese;
  • con 30.000 euro di RAL lo stipendio netto sarà pari a 22.448 €, 1.727 € al mese;
  • con 40.000 euro di RAL lo stipendio netto sarà pari a 27.192 €, 2.092 € al mese;
  • con 50.000 euro di RAL lo stipendio netto sarà pari a 32.106 €, 2.470 € al mese;
  • con 60.000 euro di RAL lo stipendio netto sarà pari a 37.051 €, 2.850 € al mese;
  • con 70.000 euro di RAL lo stipendio netto sarà pari a 42.028 €, 3.233 € al mese.​

RAL in busta paga

Le informazioni sopra​ descritte possono anche essere desunte dalla busta paga, RAL compresa. In particolare la retribuzione annua lorda è presente nella busta paga sotto la voce “Totale competenze”.  Ricordiamo brevemente come leggere la busta paga che, solitamente, è formata da quattro sezioni:

  1. anagrafica sia del dipendente che del datore di lavoro;
  2. retribuzione effettiva, contenente tutte le informazioni che consentono di capire quale è lo stipendio netto mensile effettivamente percepito dal lavoratore;
  3. sezione fiscale e previdenziale, con le indicazioni delle trattenute operate ai fini INPS, o di altro ente previdenziale, e dell’eventuale diritto ad agevolazioni fiscali;
  4. ore lavorate, un altro elemento importante che concorre alla determinazione dello stipendio mensile.

=> Ore di lavoro: come cambia il netto in busta paga

Volendo calcolare la RAL partendo da una singola busta paga, bisogna:

  • prendere la retribuzione mensile lorda;
  • moltiplicarla per il numero di mensilità.

N.B. Oltre alla revisione di scaglioni e aliquote per il calcolo delle tasse, la rimodulazione delle detrazioni sul lavoro dipendente, l’uscita delle detrazioni per figli a carico confluite nell’Assegno Unico erogato direttamente dall’INPS) ed al nuovo metodo di calcolo dell’ex Bonus Renzi, l’aggiornamento delle addizionali regionali di questi mesi, in adeguamento alla riforma IRPF 2022, completa il quadro delle novità fiscali con impatto in busta paga, recepite dal nostro calcolatore.