Bonus 80 euro

Bonus fiscale dall’importo massimo di 960 euro annuali, è un credito riconosciuto in busta paga che non concorre alla formazione del reddito ed è ripartito tra le retribuzioni mensili, con eventuale conguaglio a fine anno in dichiarazione dei redditi laddove non permangano i requisiti di reddito.

Ultime notizie

Il c.d. Bonus Renzi è riconosciuto automaticamente dal sostituto d’imposta, salvo che i beneficiari non ne comunichino prima la mancanza del diritto.

Il credito è riservato a coloro che percepiscono redditi di lavoro dipendente di cui all’articolo 49, commi 1-2, del  TUIR oppure redditi assimilati di cui all’articolo 50.

Il credito IRPEF spetta con un reddito – al netto della prima casa – non inferiore a 8.000 euro e non superiore a 26.600 euro. Fino a 24.600 il bonus è pieno, fino a 26.600 si riduce fino ad azzerarsi.

Il credito è comunque proporzionale ai giorni di detrazione annuali riconosciuti.

Da  luglio 2020 il Bonus Renzi da 80 euro viene integrato nel taglio del nucleo fiscale.

Tutti gli articoli

Taglio cuneo fiscale, decreto approvato: cosa prevede

Approvato il decreto attuativo sul taglio del cuneo fiscale da luglio 2020: aumenta il netto in busta paga in media 100 euro con sistema progressivo fino a 40mila euro di reddito ed inclusione del Bonus Renzi.

ITALY-POLITICS-GOVERNMENT

Flat Tax per imprese e Partite IVA ad una svolta

Flat tax abbandonata dal Governo e demandata al parere UE sul 2020 per la tassa piatta al 15% fino a 65mila euro e al 20% fino a 100mila euro: verso la riforma IRPEF in tre anni e le prime novità fiscali in Legge di Bilancio.

Aumento

Bonus 80 euro, i nuovi requisiti

Sale di 600 euro il reddito annuo entro il quale si percepisce il bonus Irpef di 80 euro al mese: questa e le altre misure del pacchetto Lavoro in legge di Stabilità.