Disoccupazione: importi 2021 per NASPI, CIG e gli altri sussidi

di Redazione PMI.it

scritto il

Importi 2021 per cassa integrazione e assegno ordinario, fondi bancari e settore edile, NASPI e Dis-Coll, disoccupazione agricola e LSU.

Cassa integrazione e assegno ordinario, NASPI e Dis-Coll, disoccupazione agricola e sussidio per i lavoratori socialmente utili: i nuovi importi 2021 degli ammortizzatori sociali aggiornati all’inflazione sono invariati rispetto all’anno scorso. Le somme spettanti e i massimali previsti sono contenuti nella circolare INPS 7/2021.

Cassa integrazione: importi 2021

La cassa integrazione resta a 939,89 euro oppure a 1.129,66 euro per chi da contratto percepisce una retribuzione, rispettivamente, fino a 2.159,48 euro o superiore a questa cifra.

Trattamenti di integrazione salariale
Retribuzione (euro) Tetto Importo lordo (euro) Importo netto (euro)
Inferiore o uguale a 2.159,48 Basso 998,18 939,89
Superiore a 2.159,48 Alto 1.199,72 1.129,66

I lavoratori dell’edilizia (Trattamenti di integrazione salariale nel settore edile per intemperie stagionali) hanno invece il 20% in più, per cui il trattamento sale a 1.127,87 euro oppure a 1.355,58 euro netti nei due casi (sotto e sopra soglia).

Trattamenti di integrazione salariale – settore edile (intemperie stagionali)
Retribuzione (euro) Tetto Importo lordo (euro) Importo netto (euro)
Inferiore o uguale a 2.159,48 Basso 1.197,82 1.127,87
Superiore a 2.159,48 Alto 1.439,66 1.355,58

La circolare INPS fornisce anche i vari importi dell’assegno ordinario per i fondi credito e credito cooperativo.

Massimali assegno ordinario
Retribuzione mensile lorda (euro) Massimale (euro)
Inferiore a 2.184,24 1.186,29
Compresa tra 2.184,24 – 3.452,74 1.367,35
Superiore a 3.452,74 1.727,41

Assegno NASPI: importo 2021

Per la NASPI il massimale resta pari a 1.335,40. Ricordiamo che il trattamento di disoccupazione si calcola in base all’imponibile previdenziale degli ultimi quattro anni, ed è pari al 75% del risultato che si ottiene in base al calcolo che viene effettuato. Se il risultato è superiore all’importo soglia, che per il 2021 resta a 1.227,55 euro, si aggiunge il 25% della differenza tra 1.227,55 e 1.335,40 euro. In ogni caso, come detto, il massimale resta invariato a 1335,40 euro, e scende del 3% al mese a partire dal quarto mese di fruizione.

Gli altri ammortizzatori sociali 2021

Invariato anche l’importo della Dis-Coll, il sussidio di disoccupazione che spetta ai collaboratori parasubordinati, il cui massimale resta come quello della NASPI a 1.335,40.

Nessuna modifica anche per la disoccupazione agricola, con i due massimali a 998,18 e 1.199,72 euro. Infine l’assegno per i lavori socialmente utili, che per il 2021 è pari a 595,93.

I Video di PMI