Lavoro: le province dove si assume di più

di Redazione PMI.it

scritto il

Boom di nuove offerte di lavoro a gennaio, trainate dalla richiesta di laureati: settori e province dove le aziende assumono di più.

Per il mese di gennaio 2020 sono previste circa 461mila entrate nel mondo del lavoro, una cifra in crescita rispetto allo scorso anno e caratterizzata da un incremento della richiesta di risorse qualificate in possesso della laurea.

=> Lavoro nel turismo: colloqui e selezioni al Bit4job

Secondo il bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere e Anpal, la richiesta di laureati rappresenta il 18,3% delle entrate totali previste.

Ad essere ricercati sono soprattutto coloro che hanno conseguito la qualifica negli indirizzi architettura (+45,2% rispetto a gennaio 2019), economia (33,6%), ingegneria civile e ambientale (+29%), ingegneria elettronica e dell’informazione (+27,9%), nell’indirizzo scientifico, matematico e fisico (+25,4%).

Dal punto di vista territoriale, il nuovo anno vede un aumento del tasso di entrata nel Nord Ovest, specialmente in Lombardia.

Per quanto concerne la top ten delle province dove sono collocate le aziende che stimano il maggior numero di assunzioni. Sul podio si collocano Milano, Roma e Torino:

  • Milano: 54990 mila;
  • Roma: 38960 mila;
  • Torino: 20830;
  • Napoli: 17700 mila;
  • Brescia: 14810 mila;
  • Bergamo: 11090 mila;
  • Bologna: 10970 mila;
  • Firenze: 10070 mila;
  • Verona: 9410 mila;
  • Vicenza: 9140 mila.

I Video di PMI

Visite fiscali INPS per malattia dei dipendenti