Videoconferenze aziendali senza Skype grazie ad ooVoo

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

La start-up ooVoo offre una alternativa a Skype e WebEx per le videoconferenze aziendali, in grado di offrire soluzioni interessanti ad un prezzo in linea con le esigenze delle piccole aziende

La start-up ooVoo, produttrice dell’omonimo software per la multiconferenza e la messaggistica istantanea, lancia una offerta particolarmente allettante sotto il punto di vista dei costi e delle funzionalità offerte, indirizzata direttamente alle piccole aziende.

Il software ooVoo, già utilizzato a livello consumer da oltre 7,5 milioni di utenti, si veste così di nuove funzionalità business, offrendo videoconferenze fino ad un massimo di sei partecipanti, nonché la possibilità di condividere il proprio desktop con gli altri utenti che partecipano alla conferenza.

Diventa così possibile esplorare nuove modalità di condivisione all’interno dell’ambito aziendale, con la possibilità di vedere le schermate desktop degli altri colleghi ed avviare sessioni collaborative da remoto.

A rendere la soluzione offerta da ooVoo particolarmente allettante è il prezzo: 39,95 dollari al mese per ogni singolo utente, con la possibilità di acquistare più licenze ad un prezzo via via più conveniente. Ad esempio, il prezzo dell’abbonamento per 50 utenti scende a soli 13,99 dollari per ogni singola postazione.

Naturalmente, ooVoo si pone in diretta concorrenza con Skype e WebEx di Cisco. Tuttavia, secondo il CEO della società Philippe Schwart, la piattaforma di Cisco, seppure permetta videoconferenze su grandi schermi e di alta qualità, appare decisamente costosa e quindi poco appetibile per una azienda dalle piccole dimensioni.

Skype dal canto suo, pur essendo estremamente popolare ed economico, non offre la possibilità di effettuare conferenze video tra più partecipanti, oltre a non fornire alcuno strumento per la registrazione della chiamate, funzionalità invece offerta da ooVoo.

I Video di PMI