Categorie protette

Con il termine categorie protette ci si riferisce a tutte quelle persone che sono affette da disabilità e/o invalidità psico-fisica e per le quali, così come stabilito dal Diritto del Lavoro, esistono particolari tutele all’interno del mercato del lavoro.

La più importante fra dette tutele è quella relativa all’inserimento nel mondo del lavoro, infatti per legge un determinato numero di posti di lavoro sono riservati alle persone appartenenti a categorie protette.

Rientrano nelle categorie protette quei lavoratori cui la Legge riconosce una condizione di svantaggio rispetto ad altri come, per esempio: cechi, sordi, invalidi di guerra, orfani, profughi, …). In particolare a definire gli obblighi e le condizioni per le quali i datori di lavoro, pubblici o privati, devono assumere personale appartenente a categorie protette è la Legge n° 68 del 1999.

Su PMI.it trovi tutte le informazioni utili relative a questo delicato argomento: quali i requisiti per chiedere l’inserimento nelle categorie protette e le notizie su concorsi e lavoro presso enti pubblici e/o privati.

Tutti gli articoli

Caregiver: il questionario per essere informati

La figura del caregiver vive un carico emotivo e psicofisico importante, che può causare spesso problemi, riconoscerli in tempo è fondamentale per il benessere di assistente ed assistito: il questionario che aiuta a riconoscere il Burden del caregiver.

Licenziamento del dipendente inabile

Sentenza di Cassazione chiarisce la legittimità del licenziamento in caso di inabilità al lavoro sopravvenuta e impossibilità di ricollocamento interno.

Caregiver in Italia: un esercito silenzioso

Oltre 5 milioni d Italiani assistono parenti in casa, con un forte impatto in termini di lavoro e reddito: servono più agevolazioni fiscali per i caregiver professionali e sussidi per quelli familiari.

Decorrenza APE Social: casi particolari

Chiarimenti INPS sulla decorrenza APE Sociale e Pensioni Precoci per chi ha ottenuto al certificazione del diritto nel 2017 e fa domanda nel 2018: casi particolari ed esempi.

APE caregiver e invalidi: se il requisito cambia

Il decesso del parente assistito o il venir meno dell’inabilità al 74% fanno perdere l’APE sociale e la pensione precoci solo se il trattamento non è ancora iniziato: chiarimenti INPS.