GoodBuyAuto, l’auto usata si compra sul web

di Filippo Vendrame

scritto il

GoodBuyAuto, la startup fondata da Carlo Salizzoni, annuncia di aver raccolto 1,5 milioni di euro nel primo round di seed capital 100% italiano. Si tratta di un’operazione che consente di supportare il lancio del primo mobile marketplace garantito di auto usate in Europa continentale. GoodBuyAuto nasce dall’idea di proporre ai consumatori che intendono comprare o vendere una vettura di seconda mano, un’alternativa più efficiente rispetto alle modalità tradizionali.

=> Mobile Commerce: strumenti web per le PMI

Finora c’erano due scelte obbligate: o l’autosalone o la compravendita tra privati, con gli inconvenienti e le incognite che ognuna di queste modalità prevede. Solo le auto nelle migliori condizioni (e meno di 5 anni e 100 mila Km) entrano nel portafoglio di GoodBuyAuto: vengono ispezionate e certificate manualmente, a casa del venditore e senza costi per i proprietari. E le vetture ammesse nel marketplace solitamente sono vendute nel giro di poche settimane ma, in ogni caso, GoodBuyAuto garantisce la monetizzazione al più tardi entro 60 giorni, una formula dirompente che fornisce completa tranquillità al venditore.

=> Mobile App: come imporsi sul mercato

Il tutto garantendo la qualità dei veicoli transati: 12 mesi di garanzia di conformità dell’usato e l’esclusiva formula del “soddisfatti o rimborsati” proposta per la prima volta nel mondo delle vetture usate. È possibile, infatti, guidare l’auto e restituirla entro il quattordicesimo giorno per qualsiasi motivo. Partner strategici e soci della prima ora di GoodBuyAuto sono E-Novia (azienda italiana di eccellenza per la produzione di innovazione e trasformazione in impresa) e due dei più grandi players della distribuzione auto del Paese (a supporto della parte automotive).