Congedo Covid nella PA: TFS senza penalità

di Redazione PMI.it

scritto il

Congedo parentale Covid-19 esteso per i lavoratori del settore pubblico: maturazione e corretto computo dei periodi ai fini del TFS.

Il Congedo Covid-19 per i lavoratori del comparto pubblico con figli, anche in affido prevede una indennità pari al 50% della retribuzione unitamente alla copertura della contribuzione figurativa ai fini pensionistici.

Sugli obblighi contributivi e sulla valutabilità dei periodi di congedo ai fini dei trattamenti TFS e TFR, l’INPS ha poi fornito ulteriori chiarimenti.

Con il messaggio del 27 luglio 2020, infatti, l’istituto specifica che i congedi Covid sono del tutto paragonabili al congedo parentale ordinario, che prevede periodi a retribuzione piena (primi 30 giorni entro i primi sei anni di età del bambino) e i periodi a retribuzione al 30% (dal 2° al 6° mese di congedo entro i primi sei anni di età del bambino).

In entrambi i casi, i periodi vengono interamente valutati ai fini delle prestazioni previdenziali, fatta eccezione per lo straordinario, gli emolumenti legati alla presenza e alla quota di tredicesima mensilità.

=> Congedo parentale Covid: sì al TFR pieno

In definitiva, ai fini del TFS e TFR i periodi di congedo Covid-19 sono valutabili secondo quanto già disposto per i periodi di congedo parentale parzialmente retribuito.

I Video di PMI

Coronavirus: Guida al congedo per quarantena dei figli