Crowdfunding: la raccolta fondi via web funziona

di Carlo Lavalle

scritto il

Più soldi, più finanziatori, più progetti avviati: sono questi i risultati ottenuti dalla piattaforma web di crowdfunding Kickstarter.

Kickstarter, la piattaforma web di crowdfunding fondata negli Stati Uniti nel 2009 da Perry Chen, Yancey Strickler e Charles Adler, ha ottenuto risultati straordinari nel 2011 riuscendo a raggiungere impegni di prestito finanziario da parte degli utenti della rete per un valore di 100 milioni di dollari.

Secondo le statistiche diffuse dal blog del sito risulta che il numero dei progetti lanciati nel 2011 è quasi triplicato rispetto all’anno precedente arrivando alla cifra di 27.086. Il tasso di successo delle iniziative proposte è salito al 46% e questo vuol dire che la metà dei proponenti ce la fa ad ottenere il budget richiesto per avviare l’attività. Inoltre, la rete di sostenitori che contribuiscono anche con piccole cifre è arrivata a quota 1 milione di persone. I visitatori del sito sono diventati più di 30 milioni rispetto ai circa 8 milioni del 2010.

La categoria di progetti più finanziata è quella dei film con 32,4 milioni di dollari di impegni e 3.284 iniziative portate a termine. A ruota seguono la musica e il design che ha avuto la crescita numerica più alta di progetti lanciati (1.060 nel 2011 contro 235 nel 2010) mentre il settore dei giochi guadagna la testa con il maggior incremento percentuale di sostenitori (+730%). Tra questi il più attivo nel 2011 è arrivato a finanziare ben 724 progetti.

Grazie a Kickstarter ogni mese 1.000 progetti sono in grado di avviare la loro attività dimostrando quanto il crowdfunding, un sistema di raccolta fondi che si avvale della collaborazione diretta degli internauti per consentire la realizzazione di nuove iniziative, abbia gambe e passo giusto per affermarsi come nuovo modello.