Come creare un business plan con strumenti gratuiti

di Floriana Giambarresi

scritto il

Ecco i passi necessari a organizzare dal nulla un piano business, in modo tale che il manager non debba affidarsi a un consulente.

Utilizzando una varietà di risorse gratuite, il dirigente può creare da zero un piano business volto ad aumentare la disponibilità e la portata della propria azienda. Non c’è necessariamente bisogno di chiamare un consulente, ma la chiave per scrivere un documento di tale genere è quella di organizzare il tutto in sezioni che aiuteranno a coprire tutte le basi della gestione di un’azienda.

Organizzate il documento nella seguente maniera: ogni business plan deve contenere una copertina, un sommario, una sintesi, sezioni specifiche e un’appendice. Le sezioni specifiche dovrebbero includere la descrizione di un prodotto o servizio, una panoramica del mercato, una strategia di marketing, informazioni finanziarie, un piano di attuazione, controlli e misurazioni.

La sezione dedicata alla descrizione del prodotto o del servizio proposto dovrebbe spiegare come funziona lo stesso e cos’è. Non c’è bisogno di dilungarsi troppo perché si avrà modo di approfondire le informazioni nelle altre sezioni: basta usare la sezione per far capire al potenziale cliente cosa si sta vendendo.

Includete una strategia di marketing che inizia con un profilo dettagliato dei vostri potenziali clienti: inserite tutti i dati demografici che li riguardano – età, sesso, etnia, livello di reddito o di posizione – e spiegare come proporre il prodotto al cliente target.

Nella sezione dedicata alle informazioni finanziarie bisogna includere i dettagli sui costi di gestione delle attività svolte in azienda, tra cui figurano quelli relativi ai costi di produzione, alle spese generali, alle esigenze di capitale, ai ricavi attesi e ai profitti previsti. Includere dunque un bilancio in formato Excel che andrà a interessare i potenziali investitori.

Spiegare poi come si intende avviare e gestire il business, includere un organigramma, i dettagli sulle retribuzioni e sui benefit, sulle licenze, sulle tasse e sugli altri aspetti legali che sarà necessario gestire internamente. Dettagliate infine i controlli e le misure che si intendono adottare per monitorare le performance del vostro nuovo business.

=> Scopri come controllare gestione e obiettivi nel business plan