Guida per ottenere popolarità sui social network

di Floriana Giambarresi

scritto il

Una breve guida per diventare una autentica rockstar sui social media: cosa può fare il manager per raggiungere il successo?

Ottenere il successo sui social network come Facebook, Twitter e LinkedIn comprende spesso una lunga lista di piccole cose fatte però al meglio. Non c’è alcuna scorciatoia per raggiungere grandi risultati in breve tempo, l’unica cosa da fare è mettere in atto una serie di piccole strategie che aiuteranno la campagna di social-media a compiere il giusto percorso.

=> Scopri l’importanza della vita virtuale in azienda

Innanzitutto il social media manager deve essere un ottimo comunicatore: sulle piattaforme online c’è di solito un gran chiacchiericcio ed egli deve essere bravo a smentire i rumor e a impegnarsi con la gente. Deve dunque scrivere correttamente, non con un tono formale, utilizzare le immagini solo quando ha senso farlo, usare i video da YouTube o Vimeo per attrarre il pubblico, approfittare di tutti i social network (e non solo Facebook e Twitter), rispondere immediatamente alle richieste e alle domande, o non dimostrarsi emotivo.

La seconda strategia da mettere in atto è quella di acquistare pubblicità. Promuovete i messaggi su reti come Facebook e LinkedIn, così da raggiungere una più ampia audience. Poi bisogna evitare di condividere solo messaggi promozionali: questi dovrebbero rappresentare il 20% dei post pubblicati, mentre l’80% dovrebbe riguardare altri aggiornamenti quali risposte alle domande, informazioni utili, contenuti curati da altre fonti (come recensioni, hands-on e via dicendo) e commenti.

Espandetevi oltre i vostri clienti, cercando di attirare una fetta di pubblico più ampia. Utilizzando poi strumenti online come Followerwonk o Topsy, il manager potrà trovare le persone migliori nel settore di riferimento e i principali influencer. Seguite poi quelle persone piuttosto che le celebrità del settore, poiché sono molto più propense a rispondere.

=> Leggi come sfruttare Google+ per il business

I Video di PMI

ISEE, i modelli caso per caso