Content marketing e SEO: una guida

di Floriana Giambarresi

scritto il

Piccola guida per l'aspetto SEO dei contenuti di marketing, così da migliorare la posizione sul Web dei prodotti/servizi proposti.

Il manager utilizza il content marketing come un modo per raggiungere più persone, poiché permette di creare contenuti ad hoc utili per i lettori, che possono leggere sul Web. Ma come misurare l’impatto SEO? Ecco una breve guida.

=> Leggi il ruolo del social SEO

Monitorare il traffico dei contenuti dalla ricerca organica nel tempo è la misura più accurata per farlo: uno strumento online gratuito a cui potersi affidare è Google Analytics, un pacchetto di analisi ben strutturato e utile. Monitorare anche le classifiche di ricerca, attraverso diversi strumenti quali Advanced Web Raking e Moz.

Guadagnate autorità. I grandi contenuti di marketing attraggono le persone, le invitano alla lettura e soprattutto alla condivisione sui social network come Facebook, Twitter e Google+. Cercate dunque di pubblicarne il più possibile, meglio se impostati in maniera originale.

Attenzione, perché il content marketing non è comunque una tattica SEO, o meglio non dovrebbe esser considerata in questo modo. Il SEO è il risultato di una ottima strategia sul Web, non è guidato da una tattica particolare, ma da diverse. L’aggiornamento Panda introdotto in passato da Google premia i siti basati su contenuti di generica qualità, dunque è questo l’aspetto su cui puntare.

=> Scopri come gestire un business su Internet