Pagine su Facebook: oggi pagare è indispensabile?

di Floriana Giambarresi

scritto il

Oggi Facebook invita i manager delle Pagine aziendali a pagare per promuovere i post sponsorizzati: ma quanto è necessario farlo?

Sono finiti i giorni in cui tutti coloro che si sono iscritti a una determinata Pagina aziendale su Facebook vedono tutti i post sul newsfeed: oggi infatti il social network si aspetta che chi ne gestisce una paghi per avere una certa visibilità, ma quanto si ha davvero bisogno di farlo per promuovere i post? Ecco una breve guida.

=> Leggi la guida a Facebook per il business

Tempo fa, Facebook ha introdotto l’opzione boost post, che permette a una Pagina aziendale di aumentare la visibilità dei post pubblicati. Nel mondo degli affari è dunque necessario capire chi dovrebbe pagare e chi no: la verità è che la stragrande maggioranza delle aziende sono oggi su Facebook, ma in troppi non utilizzano effettivamente la piattaforma per incrementare le entrate. Dovrebbe dunque pagare solamente chi ha una forte presenza sul network e chi lo usa come parte integrante della propria strategia di marketing.

Da un punto di vista commerciale è indispensabile misurare il valore della propria Pagina Facebook, guardando al tasso di engagement, ovvero quella quantità di persone che hanno messo un Mi Piace e che effettivamente condividono o commentano i vostri contenuti. Se il tasso è alto allora si potrebbe fare il grande passo ma bisogna considerare che:

  • è meglio pagare solo per aumentare un post che effettivamente possa attirare l’interesse del pubblico;
  • pagare indirizzando il post al giusto target di mercato;
  • non spendere troppo: non bisogna spendere tanti soldi negli annunci di Facebook per ottenere un risultato effettivo.

=> Leggi perché forse è il tempo di cambiare strategia su Facebook

I Video di PMI