Pricing e marketing per il successo

di Chiara Basciano

scritto il

Uno studio rivela le difficoltà ad ottenere buoni risultati di pricing per i nuovi prodotti e indica la strada per migliorare

Ora come non mai è importante saper valutare il lancio di un prodotto e riuscire ad ottenere il rendimento più alto, eppure i dati scaturiti dal Global Pricing Study 2014, condotto dalla società internazionale di consulenza strategica Simon-Kucher & Partners, dimostra come un’esigua parte degli attori possa essere considerata trainante, contro una maggioranza impantanata in risultati stagnanti.

=> Vai al piano di marketing per un nuovo prodotto

Come spiega Danilo Zatta, Partner della sede italiana di Simon-Kucher, «La maggior parte delle aziende si preoccupa del pricing del prodotto e del Marketing quando ormai è troppo tardi – spesso poco prima del lancio del prodotto. Non c’è da meravigliarsi se due terzi dei nuovi prodotti risultano inutili, annullando così ogni possibilità di raggiungere gli obiettivi di profitto prefissati».

=> Leggi i risultati del 2012

Le aziende che ottengono un buon risultato, chiamate Best nello studio, riescono ad integrare innovazione, Value e Price Management, stando molte attente a tutti i passaggi. Secondo Zatta «Essi non lasciano nulla al caso. Se si conosce il vero valore del prodotto, è possibile impostare il giusto prezzo. Inoltre è essenziale che le aziende siano in grado di prendere decisioni difficili quando è necessario – dall’inizio alla fine del processo di innovazione».

=> Scopri il direct marketing

Ma la strada è percorribile anche da quelli definiti Rest, caratterizzati da risultati deludenti, basta riuscire a far andare di pari passo pricing e marketing, prendendo spunto da chi è riuscito a sopravvivere con successo alla crisi