Email professionali ed efficaci

di Redazione PMI.it

scritto il

Come comporre un?email garantendo professionalità, chiarezza ed efficacia.

Sia che l’email sia indirizzata al potenziale nuovo datore di lavoro, sia che debba essere inviata a clienti, fornitori o ai propri collaboratori, la professionalità deve saltare subito all’occhio.

=> Leggi come i manager usano la tecnologia in viaggio

Commettere uno o più errori nella scrittura e composizione di un’email, infatti, potrebbe compromettere il proprio lavoro o pregiudicare una nuova opportunità di business. Prima di premere il pulsante invio, bisognerebbe essere certi che il messaggio da veicolare sia chiaro e ben definito, prestando attenzione a una lunga serie di dettagli elencati qui di seguito.

Contatti

L’email professionale deve sempre contenere, in calce, i dettagli di chi scrive e dell’azienda di appartenenza, compreso un numero di telefono indispensabile per consentire una eventuale richiesta di chiarimenti.

Elenchi puntati

Per garantire chiarezza ed evitare lungaggini, è spesso utile utilizzare elenchi puntati o numerati per sintetizzare i concetti e agevolare la risposta del destinatario, che individuerà facilmente i contenuti e gli eventuali quesiti posti dal mittente.

Tempismo

Mai rimandare l’invio di una risposta a un’email che si considera importante, pena la perdita di credibilità.

Scelta dell’oggetto

L’oggetto dell’email deve essere scelto con astuzia, cercando di indicare brevemente il tema del messaggio.

Destinatario

È sempre preferibile compilare il campo “destinatario” solo all’ultimo momento, evitando invii accidentali prima che l’email sia effettivamente completa e, soprattutto, ripulita da ogni errore.

Revisione filale

Rileggere l’email prima di inviarla è un passaggio obbligato.

=> Scopri perché i device mobile provocano stress