Come esporre con successo le proprie idee

di Patrizia Godi

scritto il

La tecnica dell'ipnosi conversazionale può trasformare in un grande comunicatore chi, pur esprimendo grandi idee, solitamente fa fatica a ottenere il consenso degli altri

Vi capita di avere delle difficoltà a far approvare le vostre idee, nonostante siano evidentemente la soluzione migliore? Oppure, quando tentate di comunicare un messaggio succede che non riusciate a ottenere l’attenzione che vorreste dai vostri interlocutori? Se la vostra risposta è sì, avrete sicuramente dovuto fronteggiare situazioni piuttosto avvilenti, in cui eravate sicuri di aver ragione ma non siete riusciti a imporre le vostre motivazioni. E magari la ragione è stata data a qualcun altro solo perché ha mostrato una parlantina più sciolta della vostra.

Però sappiate che questa situazione non è destinata a restare così per sempre. Può infatti cambiare, basta che voi lo vogliate e siate disposti a fare la conoscenza di una tecnica di comunicazione chiamata ipnosi conversazionale. Come si intuisce dal nome, si tratta di un metodo che, attraverso l’uso di un adeguato eloquio, consente di influenzare le persone senza che ne siano consapevoli, ottenendo in questo modo il loro consenso.

In un modo simile a quanto avviene con l’ipnosi “tradizionale”, l’ipnosi conversazionale permette di indurre in una persona una trance ipnotica durante una normale conversazione. Va da sé che questa tecnica trovi un ampio campo di applicazione, dalla vendita al training, dalla leadership alla pubblicità, dal parlare in pubblico al lavoro per arrivare alla “classica” seduzione.

Forse non molti avranno sentito parlare in precedenza di ipnosi conversazionale, tuttavia non è una tecnica recente. La paternità di questa forma di comunicazione viene attribuita a Milton Erickson, uno psichiatra statunitense che già negli anni ’40 la utilizzava per scopi psicoterapeutici. Proprio per questo motivo, l’ipnosi conversazionale è anche conosciuta col nome di ipnosi ericksoniana.

Secondo quanto sostenuto da Erickson, tramite l’ipnosi conversazionale si può accedere in maniera naturale ed altamente efficace, ma entro i limiti imposti dall’etica, alle risorse emozionali dei nostri interlocutori, vincendo in questo modo le loro ritrosie e conquistando la loro attenzione e il loro consenso.

In pratica, si tratta di un approccio che permette di comunicare in modo diretto con la parte inconscia della mente delle persone, quella che si ritiene sia preposta a prendere davvero le decisioni, “aggirando” le resistenze o le barriere sociali che spesso rendono difficili i rapporti tra gli esseri umani. Ed è facile intuire come, nel momento in cui entriamo in sintonia con l’inconscio di qualcuno, possiamo avere su questa persona un fortissimo potere persuasivo.

A fronte di ciò, l’ipnosi conversazionale può far acquisire la reputazione di grande comunicatore, che propone sempre argomentazioni particolarmente valide e quindi riesce facilmente a far accettare le proprie idee. Ma consente anche di creare numerose opportunità di successo, grazie al fatto che fa interagire con le altre persone in modo estremamente efficace, arrivando addirittura ad aiutare se stessi e gli altri a prendere decisioni e a migliorare la propria vita.

Attualmente, sono molte le società specializzate in training che propongono corsi sull’ipnosi conversazionale. Maggiori informazioni, sia sull’ipnosi conversazionale sia su altri tipi di corsi, possono essere facilmente trovate in Internet.

I Video di PMI