Niente pizza prima del colloquio

di Chiara Basciano

scritto il

L'alimentazione giusta per affrontare i colloqui di lavoro al meglio

La giusta alimentazione aiuta a lavorare meglio, ad essere concentrati ed attivi, e quando bisogna presentarsi al meglio, cioè durante un colloquio di lavoro, è bene nutrirsi nel modo più appropriato.

=> Scopri i cibi contro lo stress

I consigli in questa direzione arrivano da più parti e confermano tutti la stessa linea: bisogna presentarsi dopo aver digerito e mai a stomaco vuoto. È così che monitorando le opinioni dei media di tutto il mondo l’Osservatorio sul Lavoro di BPSec, fondato da Daniele Barbone, ha stilato una lista di cibi ammessi e da evitare assolutamente.

=> Vai all’alimentazione per i manager

Se il colloquio è la mattina si può iniziare con yogurt con cereali, spremuta e the verde, cibi che diminuiscono lo stress e danno energia, se invece è nel pomeriggio si consiglia una pasta con un sugo al pomodoro leggero e pesce. Frutta e verdura sono sempre ammessi, mentre i cibi troppo pesanti possono dare un senso di pesantezza e affaticamento che non giova alla presentazione.

D’altronde tutti tendono a paragonare la preparazione al colloquio con quella sportiva, quindi appare logico dover rimanere leggeri ma favorire i cibi che danno energia. Il caffé per esempio è un buon energizzante, ma deve essere evitato da chi non è abituato a berlo perché potrebbe far apparire troppo ansiosi.

=> Leggi la dieta ideale

Il Dott. Nicola Sorrentino, specialista in Scienza dell’Alimentazione e Dietetica e docente presso l’Università degli Studi di Pavia sottolinea «Ora siamo in estate e quindi attenzione alla sudorazione. Il caldo ci fa apparire stanchi e svogliati, quindi occorre fare il pieno di potassio e magnesio, privilegiare le insalate di riso e pasta, pesce, e i cibi ricchi di fibre e acqua per essere idratati. Ha ragione Us News, andare a un colloquio è un po’ come fare una gara sportiva e i carboidrati sono il vero motore. Non dico carbonara o amatriciana, ma pasta condita con un sugo leggero e con un cucchiaino di olio extravergine di oliva, ricordiamoci poi che i carboidrati contengono triptofano che è un aminoacido che va a stimolare la serotonina che è un neurotrasmettitore che ci da benessere e ci da buonumore».