Lavorare con un assistente virtuale: consigli

di Floriana Giambarresi

scritto il

Quali sono i tre errori da evitare quando si collabora con un assistente virtuale? Ecco i consigli per manager.

Per numerosi manager e imprenditori, lavorare con un assistente virtuale può rivelarsi particolarmente utile per la produttività. Vi sono tuttavia degli errori comuni che è bene evitare e dei suggerimenti per assumere e collaborare con quello giusto.

=> Scopri come può aiutare un assistente personale

Prima di assumere un assistente virtuale è utile fare un elenco delle attività che egli dovrebbe svolgere per conto vostro, come ad esempio la gestione degli appuntamenti, l’upload dei post sul vostro blog, condivisione degli articoli sui social network e via dicendo. Ciò può aiutarvi a scegliere un supporto che abbia la giusta esperienza e attitudine.

Una volta assunto un assistente virtuale avrete probabilmente la tentazione di delegare un compito per poi dimenticare di controllare il lavoro da egli svolto. Ciò rappresenta un grosso errore da evitare poiché in questo modo non lo supporterete e non correggerete gli eventuali sbagli che compirà.

Una delle migliori cose che un manager può fare con il suo assistente virtuale è quello di sviluppare un manuale apposito prima che egli inizi il proprio lavoro. Descrivete le procedure passo dopo passo per le operazioni più comuni, includendo le informazioni più rilevanti, come ad esempio le password dei siti web che gli serviranno oppure i numeri di contatto dei vostri partner. Il documento deve essere unico e facilmente consultabile.

=> Leggi cosa fare quando l’assistente è stressato