Dirigenti e rapporti di lavoro: ciò che serve sapere

di Floriana Giambarresi

scritto il

Di cosa si occupano i dirigenti e qual è il rapporto di lavoro con l'imprenditore? Quando il contratto può cessare? Eccone i dettagli.

Secondo CCNL Industria e Terziario, i dirigenti sono quei lavoratori che in azienda ricoprono una posizione occupazionale con un alto grado di professionalità, autonomia e potere decisionale, e che hanno diverse responsabilità sia legate ai dipendenti che alla gestione e alla coordinazione dei progetti presi in incarico.

=> Vedi quali sono gli obblighi e le responsabilità dei dirigenti

Secondo invece la Giurisprudenza prevalente, il dirigente è quel lavoratore subordinato che ha un elevato grado di responsabilità verso l’imprenditore, e che deve svolgere e coordinare autonomamente l’attività aziendale nella sua totalità. Con l’imprenditore ha infatti un rapporto di lavoro puramente intellettuale.

Quando può cessare il rapporto di lavoro tra dirigente e azienda? Può essere concluso per dimissioni, licenziamento o per risoluzione consensuale. Se il contratto è invece a tempo determinato, si estinguerà alla scadenza del termine e in quel momento non vi sarà alcun rapporto collaborativo tra datore di lavoro e dirigente.

=> Scopri quando un dirigente può essere licenziato

In caso di dimissioni, il dirigente deve comunicarlo all’azienda per iscritto e con un preavviso che varia in base alla durata del rapporto.

 

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari