Manager privati del Sud Italia, troppi licenziamenti

di Floriana Giambarresi

scritto il

Negli ultimi tre anni ci sono stati molti licenziamenti di manager che operano nelle aziende private del Mezzogiorno: persi in totale 2100 posti.

Le aziende private che operano nel Sud Italia non cercano manager e, anzi, quelli che hanno nel proprio organico sono a forte rischio di licenziamento. Negli ultimi tre anni hanno infatti perso il lavoro 2100 dirigenti privati nel Mezzogiorno, di cui 850 sono stati mandati a casa lo scorso anno, 550 nel 2011 e 700 nel 2010.

=> Scopri tutto sul licenziamento dei manager

In tutto, in Italia dal 2010 al 2012 hanno perso il lavoro 34.000 manager privati. Nel Sud, in particolare, ve ne sono sempre di meno: è quanto emerge dai nuovi dati Inps.

Sono davvero scoraggianti i dati relativi alle donne manager al Sud: sono 969 contro le 4.361 che lavorano nel centro italia e le 11659 del nord per un totale di 16.989.  I manager uomini sono in tutto 104.977, divisi tra 75.797 al Nord, 22.105 al centro e 7.075 nelle regioni del Sud.

Una tendenza dunque negativa sia per le donne manager, che per coloro i quali ricoprono una carica dirigenziale nel Mezzogiorno. Ciò è dovuto soprattutto alla crisi economica e a un tessuto di microimprese abituate alla gestione fai-da-te.

Troppi i licenziamenti negli ultimi tre anni, e peraltro ricollocarsi trovando un ruolo manageriale non è semplice anche se è l’obiettivo di tutti. Per questo motivo, molti decidono di trovare un altro lavoro, di diverso genere: complice il momento negativo per l’economia globale, sono in tanti a decidere di retrocedere a livello professionale, pur di lavorare.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari