Crisi: manager con stipendi variabili

di Floriana Giambarresi

scritto il

I manager delle grosse aziende di Piazza Italia si sono assegnati un monte stipendi 2012 pari a 110 milioni di euro.

I manager delle grosse aziende di Piazza Italia, 34 nello specifico tra le 40 includ nel Ftse Mib, si sono assegnati un monte stipendi 2012 pari a 110 milioni di euro. Più o meno simile a quello del 2011. La media delle retribuzioni è stata pari a 3,2 milioni di euro.

Primo nella classifica dei top manager è Sergio Marchionne  con 13,189 milioni per la Fiat e oltre 9 milioni per Fiat industrial. Secondo Michele Norsa con 7 milioni circa, e seguono Andrea Guerra e Paolo Scaroni che si aggirano intorno ai 6 milioni. Chiudono Sergio De Luca e Ennio Doris, con rispettivamente oltre 543 mila euro e 834 mila euro.

Considerando le top retribuzioni italiane del 2012 nella totalità, è possibile notare una diminuzione (-3,1%) della componente fissa delle paghe, che è stata pari in media a 1,489 milioni, mentre la parte variabile ha visto un aumento del 5,7%. Questa parte consiste nei bonus monetari di breve termine e premi di lungo.

=> Scopri come sono cambiati gli stipendi dei manager con la crisi