Tratto dallo speciale:

Professionisti e PA: esenzione DURC

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Le differenze tra DURC e attestazione di regolarità contributiva, spiegate dal presidente Inarcassa.

Per i professionisti che partecipano alle gare per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura non è necessario il DURC (Documento Unico Di Regolarità Contributiva), a patto che non abbiano dipendenti nel proprio studio e siano in regola con i contributi previdenziali. A chiarirlo è il presidente di Inarcassa (Cassa di previdenza degli ingegneri e architetti), Paola Muratorio, la quale spiega nel dettaglio le DURC e attestazione di regolarità contributiva, in risposta ad alcuni dubbi sollevati in merito all’obbligatorietà del DURC per i professionisti che partecipano ai bandi di gara sui servizi di ingegneria e architettura.

=> DURC appalti privati: le novità

DURC

In primo luogo Muratorio chiarisce che il DURC è un istituto giuridico distinto dall’attestazione di regolarità contributiva (ovvero degli adempimenti nei confronti di INPS e INAIL):

«I commi 6 e 7 dell’art. 90 del D. Lgs. 163/2006 prevedono che, qualora le Stazioni Appaltanti affidino a professionisti esterni la “redazione del progetto preliminare, definitivo ed esecutivo, nonché lo svolgimento di attività tecnico-amministrative connesse alla progettazione”, quale che ne sia la natura giuridica, “all’atto dell’affidamento dell’incarico deve essere dimostrata la regolarità contributiva del soggetto affidatario”, che rappresenta un adempimento diverso dal DURC dell’impresa».

=> Regolarità contributiva e DURC: i servizi INPS online

Attestazione di regolarità contributiva

Per quanto concerne la regolarità contributiva chiesta ai progettisti che partecipano alle gare per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura, la norma di riferimento è il codice degli appalti (dlgs 163/06) che obbliga i professionisti ad avere una posizione regolare nei confronti del loro ente previdenziale. Nei casi in cui le stazioni appaltanti affidino ai professionisti la redazione del progetto preliminare, all’atto dell’affidamento dell’incarico deve essere dimostrata la regolarità contributiva del soggetto affidatario, adempimento ben diverso dal DURC.

=> DURC Edilizia: validità, sportello unico aggiornato

Professionisti senza DURC

Riassumendo:

  • per le imprese che partecipano alle gare d’appalto è necessario il DURC, ovvero devono essere in regola con gli adempimenti nei confronti di INPS, INAIL e Casse edili, norma volta a tutelare i dipendenti delle imprese stesse;
  • progettisti e professionisti che partecipano alle gare per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura devono avere una posizione regolare nei confronti del proprio ente previdenziale, mentre il DURC non è richiesto.

I Video di PMI

DURC online, procedura di rilascio