Tratto dallo speciale:

Stabilità 2017, incentivi alla competitività

di Barbara Weisz

scritto il

Incentivi per la competitività delle imprese nella Legge di Stabilità 2017: nuovi macchinari e innovazione, capitale umano, investitori, rientro cervelli.

Due misure sugli ammortamenti, la proroga di quello al 140% e l’introduzione della nuova agevolazione al 250% per gli investimenti nel digitale, il credito d’imposta ricerca e sviluppo, agevolazioni fiscale per il settore agricolo, per i fondi comuni d’investimento, per gli investitori in startup e PMI innovative, misure per l’autoimprenditoralità e le startup innovative, la Fondazione Human Technopole, misure per attirare cervelli e investimenti dall’estero, lo Student act e, sul fronte del lavoro, il potenziamento del beneficio fiscale per il premio di produttività: il pacchetto competitività, con le misure per la crescita, è uno dei capitoli fondamentali della Legge di Stabilità 2017. Vediamo quali sono le misure principali.

=> Legge di Stabilità 2017, guida alle misure

Ammortamenti

E’ prorogato per il 2017 il superammortamento al 140% per l’acquisto beni strumentali, dal quale sono esclusi veicoli e altri mezzi di trasporto. Gli acquisti possono essere effettuati fino al 30 giugno 2018, a condizione che l’ordine sia stato fatto entro il 31 dicembre 2017 con pagamento di almeno il 20%. E c’è il nuovo iperammortamento al 250% per gli investimenti nel digitale. Le due agevolazioni sono cumulabili. Per accedere all’agevolazione bisogna presentare una dichiarazione del legale rappresentante e, nel caso in cui si acquistino beni che costano più di 500mila euro, è necessaria una perizia tecnica giurata rilasciata da un perito iscritto all’albo.

La manovra contiene l’indicazione precisa degli investimenti digitali agevolabili e delle caratteristiche che devono avere. In sintesi, si tratta di beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti, sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità, dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0, beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali 4.0.

=> Ammortamenti in Legge di Stabilità 2017

Ricerca e sviluppo

Il credito d’imposta ricerca e sviluppo precedentemente al 25%, dal 2017 è portato al 50%, fino al 2020. Il tetto massimo dell’investimento è portato a 20 milioni di euro. Spetta anche alle imprese residenti o alle stabili organizzazioni in Italia di imprese non residenti che eseguono attività di  ricerca e sviluppo nel caso di contratti stipulati con imprese residenti o localizzate in altri Stati membri UE, aderenti allo Spazio economico  europeo, oppure che hanno firmato trattati sulla trasparenza delle informazioni con l’Italia. Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione.

Sabatini ter

Prorogato il finanziamento agevolato acquisto nuovi macchinari delle PMI, anche per acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie (investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID).

=> Sabatini ter fino al 2018

Investimenti

Sale al 30% la detrazione IRPEF sugli investimenti nel capitale di startup e PMI innovative dal 2017 (anche a vocazione sociale) e raddoppia a 1 milione di euro l’investimento massimo, a decorrere dal 2015 l’investimento deve essere mantenuto per almeno tre anni (prima erano due). Sale al 30% anche la quota degli investimenti (sempre in startup e PMI innovative), che non concorre alla formazione del reddito.

Attrazione investimenti

Permesso di soggiorno al di fuori delle quote per stranieri che investono almeno 2 milioni di euro in titoli del governo italiano oppure almeno 1 milione di euro in società italiane (in entrambi i casi l’investimento va mantenuto per almeno due anni), o che effettuano donazioni filantropiche per almeno 1 milione di euro in un progetto di ricerca di pubblico interesse (qui ci sono poi ulteriori paletti). Prorogate le misure per il rientro dei cervelli previste dalla Legge di Stabilità 2016, estese anche ai lavoratori autonomi, ma con la quota che non concorre alla formazione del reddito ridotta al 50% (dal precedente 70%). Tassazione sostitutiva dei redditi da fonte estera prodotti da persone fisiche che trasferiscono la residenza in Italia.

Premio di produttività

Alzato il tetto massimo del premio di produttività a 3mila euro (dai precedenti 2mila euro), che sale a 4mila 500 nelle imprese che prevedono al partecipazione dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro, su reddito fino a 80mila euro (contro i precedenti 50mila).

Student act

Prevede una serie di misure di stimolo all’istruzione e finanziamento alle università eccellenti. Le misure fondamentali: esonero contributivo fino a 3250 euro per le assunzioni a tempo indeterminato, anche in apprendistato, entro sei mesi dal conseguimento del titolo di studio, di studenti che hanno svolto percorsi di alternanza scuola lavoro. Esonerati dalle tasse universitari gli studenti meritevoli (in base a parametri fissato dalla legge) che appartengono a nuclei con ISEE fino a 13mila euro, incremento Fondo per il diritto allo studio, borse di studio per il merito, agevolazioni per le erogazioni liberali in istituti tecnici, Fondo per la ricerca, Fondo per i dipartimenti universitari di eccellenza.

=> Stabilità 2017: borse e bonus ai giovani

Misure per l’agricoltura

Non concorrono alla formazione del reddito IRPEF di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali i redditi dominicali e agrari. C’è un esonero contributivo per nuovi imprenditori agricoli sotto i 40 anni.

Altre misure

  • Esclusione delle società di gestione dei fondi comuni d’investimento dall’applicazione dell’addizionale all’IRES del 3,5%.
  • Rifinanziamento delle misure per autoimprenditorialità e startup innovative.
  • Possibilità di cedere le perdite fiscali per neo imprese partecipate da società quotate.
  • Sottoscrizione da parte dell’INAIL di quote di fondi comuni di investimento dedicati all’attivazione di startup innovative, oppure di quote della startup finalizzata all’utilizzazione industriale dei risultati della ricerca.
  • Agevolazioni per gli investimenti a lungo termine degli enti di previdenza obbligatoria.
  • Istituita la Fondazione Human Technopole.

I Video di PMI