Ottobre: le scadenze fiscali

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Le scadenze fiscali ottobre 2015, IMU agricola, IRPEF, IVA, adempimenti per i sostituti d'imposta e non solo: tutte le date del mese da segnare sul calendario.

Anche nel mese di ottobre non mancano le scadenze fiscali da ricordare. Tra gli appuntamenti con l’Agenzia delle Entrate di maggiore rilievo spiccano l’acconto IMU agricola e gli adempimenti IRPEF ed IVA, ma ci sono anche contributi INPS e altri adempimenti per i sostituti d’imposta e le imprese.

=> Consulta tutte le scadenze fiscali per le imprese

12 ottobre

Il 12 ottobre (cadendo il 10 ottobre di sabato) è la scadenza fiscale del termine per versare i contributi INPS per i lavoratori domestici, con riferimento al periodo luglio-settembre 2015.

15 ottobre

Entro il 15 ottobre:

  • i soggetti IVA esercenti il commercio al minuto e assimilati e soggetti che operano nella grande distribuzione possono che già possono adottare, in via opzionale, la trasmissione telematica dei corrispettivi, che rilasciano scontrino fiscale o la ricevuta fiscale, possono registrare i corrispettivi del mese precedente, anche in via cumulativa. La stessa facoltà è estesa ai soggetti che emettono ricevuta fiscale;
  • è possibile effettuare l’annotazione in un unico documento riepilogativo delle fatture di importo inferiore a 300 euro emesse nel mese precedente;
  • i soggetti IVA devono emettere e registrare le fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese di settembre 2015 e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo a identificare i soggetti contraenti;
  • le associazioni sportive dilettantistiche (di cui al comma 1 dell’art. 25 della L. 13 maggio 1999, n. 133), le associazioni senza scopo di lucro e le associazioni pro-loco che hanno optato per l’applicazione delle agevolazioni previste dalla L. 16 dicembre 1991, n. 398, devono procedere all’annotazione nel registro approvato con D.M. 11 febbraio 1997 opportunamente integrato, anche in unica registrazione, dell’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi altro provento conseguiti nell’esercizio di attività commerciali poste in essere nel corso del mese precedente.

16 ottobre

Il 16 ottobre scadono i termini per:

  • il versamento da parte dei sostituti d’imposta delle ritenute alla fonte IRPEF e dell’addizionale IRPEF (regionale e comunale) che si riferiscono al mese di settembre, per redditi da lavoro autonomo, compensi ai collaboratori e stipendi ai dipendenti;
  • la liquidazione ed il versamento dell’IVA mensile relativa al mese di settembre 2015;
  • i soggetti che svolgono attività d’intrattenimento, per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti relativi alle attività svolte a carattere continuativo nel mese precedente, con modalità telematiche e modello F24;
  • il versamento da parte di Banche e Poste delle ritenute sui bonifici effettuati nel mese precedente dai contribuenti che intendono beneficiare di oneri deducibili o per i quali spetta la detrazione d’imposta;
  • il versamento dell’imposta sulle transazioni finanziarie (Tobin Tax);
  • il versamento, da parte dei soggetti incaricati al pagamento dei proventi o alla negoziazione di quote relative agli Organismi di Investimento Collettivo del Risparmio, delle ritenute sui proventi derivanti da O.I.C.R. effettuate nel mese precedente;
  • il versamento da parte delle imprese delle assicurazioni delle ritenute operate su redditi di capitale derivanti da riscatti o scadenze di polizze vita, stipulate entro il 31 dicembre 2000, escluso l’evento morte, corrisposti o maturati nel mese precedente;
  • per gli Enti ed organismi pubblici, Amministrazioni centrali dello Stato tenute al versamento unitario di imposte e contributi, nonché le Pubbliche Amministrazioni autorizzate a detenere un conto corrente presso una banca convenzionata con l’Agenzia delle entrate o presso Poste italiane, per il versamento dell’IVA dovuta dalle pubbliche amministrazioni a seguito di scissione dei pagamenti o split payment (tramite Modello F24 EP con modalità telematiche per i primi e Modello F24 con modalità telematiche per le seconde).

20 ottobre

Martedì 20 ottobre scadono i termini per gli operatori commerciali extracomunitari identificati in Italia ai fini IVA, ai sensi del comma 1 dell’art. 74-quinquies del D.P.R. n. 633/1972, che effettuano prestazioni di servizi con mezzi elettronici, per effettuare la trasmissione telematica al Centro Operativo di Pescara della dichiarazione relativa alle operazioni effettuate nel trimestre precedente.

26 ottobre

Entro il 26 ottobre:

  • deve essere effettuata la presentazione degli elenchi riepilogativi mensili delle cessioni e degli acquisti intracomunitari (elenchi INTRASTAT) relativi al mese o al trimestre precedente;
  • i contribuenti che si avvalgono dell’assistenza fiscale che devono correggere gli errori della dichiarazione dei redditi, o integrarla, devono presentare il modello 730, nel caso in cui le modifiche non incidano sulla determinazione dell’imposta o che comportino un rimborso o un minor debito fiscale. Il modello 730 integrativo deve essere presentato al CAF, o ad un professionista abilitato.

=> Errori e ritardi in dichiarazione: 730 integrativo o UNICO

30 ottobre

Il 30 ottobre è la scadenza fiscale di riferimento per:

  • l’acconto dell’IMU sui terreni agricoli, in attesa del saldo IMU che dovrà essere versato nel mese di dicembre, insieme alla TASI. Ricordiamo che il comma 13 bis dell’art 8 D.L. 19 giugno 2015 n 78 ha stabilito che per l’anno 2015, il pagamento della prima rata dell’IMU sui terreni agricoli di cui al comma 5 dell’art 13 del DL 201/2011 è effettuato senza applicazioni si sanzioni e interessi entro il termine del 30 ottobre 2015;
  • i soggetti che esercitano attività di impresa, sia ditte individuali che società, per la comunicazione all’Anagrafe tributaria dei dati relativi a soci o familiari dell’imprenditore che hanno concesso all’impresa, nel corso dell’anno 2014, finanziamenti o capitalizzazioni per un importo complessivo, per ciascuna tipologia di apporto, pari o superiore a 3.600 euro;
  • dare comunicazione all’Anagrafe tributaria dei dati relativi ai beni d’impresa dati in godimento a soci o familiari nell’anno 2014, qualora sussista una differenza tra il corrispettivo annuo relativo al godimento del bene ed il valore di mercato del diritto di godimento.

=> IMU-TASI unificate nella Legge di Stabilità 2016

31 ottobre

Entro il 31 ottobre è possibile presentare la richiesta per il rimborso dell’IVA relativo al trimestre luglio-settembre 2015, nonché la comunicazione delle operazioni effettuate verso Paesi della Black List e verso San Marino. Il 31 ottobre è anche la data di scadenza della rata di versamento per i contribuenti non titolari di partita IVA. Stessa scadenza per l’invio telematico della dichiarazione UNIEMENS relativi al mese precedente.

.

I Video di PMI

Guida alla lettura della busta paga