Riforma detrazioni fiscali IRPEF: online il piano di Governo

di Redazione PMI.it

scritto il

Linee guida programmatiche del Governo in materia di spese fiscali: Allegato alla Nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finance (NaDEF).

Il Ministero delle Finanze ha pubblicato una serie di documenti a margine dell’aggiornamento del DEF (con la NaDEF approvata il 29 settembre 2021), tra cui anche quello contenente le linee programmatiche per la revisione della tax expenditure, ossia per il riordino delle detrazioni fiscali oggi applicate. Si tratta di una componente chiave della prossima Riforma del Fisco e dell’IRPEF, che sarà disciplinata nell’ambito della Legge Delega di prossima emanazione e della Legge di Bilancio 2022, oppure in un decreto fiscale collegato, con realizzazione stimata entro il 2023.

Riordino agevolazioni fiscali: linee programmatiche

Il riordino delle spese fiscali sarà parte integrante di un più ampio e organico disegno di riforma fiscale e del sistema tributario, che mira a rendere più efficiente la struttura del prelievo, limitare gli effetti distorsivi, garantire maggiore equità verticale e orizzontale, migliorare il funzionamento del mercato del lavoro e del mercato dei capitali. La riforma è anche l’occasione per riordinare un assetto normativo che nel corso del tempo è stato oggetto di molteplici interventi, oltre che essere propedeutica a numerosi obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR): dunque, accompagnerà l’attuazione del programma di riforme strutturali (giustizia, pubblica amministrazione, semplificazione della legislazione e promozione della concorrenza).

=> Riforma fiscale, il calendario e le anticipazioni di Governo

Proposte di riforma IRPEF

Il Parlamento ha già dato un contributo al processo di riforma svolgendo un lavoro di analisi e sintesi delle attuali criticità indicando, con proposte concrete, le possibili direttrici di azione inserite nel Documento conclusivo dell’Indagine conoscitiva sulla riforma dell’imposta sul reddito delle persone fisiche e altri aspetti del sistema tributario, che evidenzia come il sistema fiscale italiano necessiti di una riforma organica, volta a stimolare la crescita economica mediante:

  1. aumento dell’efficienza della struttura delle imposte e alleggerimento del carico fiscale sui redditi derivanti dall’impiego dei fattori di produzione;
  2. razionalizzazione e semplificazione del sistema tributario attraverso la riduzione degli adempimenti a carico dei contribuenti e l’eliminazione dei micro-tributi;
  3. mantenimento della progressività del sistema e contrasto all’evasione e all’elusione fiscale.

Cronoprogramma

Il Governo proseguirà questo lavoro presentando un disegno di Legge delega su cui il Parlamento sarà chiamato ad esprimersi. Stabiliti i principi guida della riforma, il Governo predisporrà i decreti attuativi, per riformare concretamente il sistema fiscale. Oltre al Parlamento e al Governo, saranno coinvolti esperti autorevoli e strutture dell’Amministrazione pubblica competenti, e saranno ascoltate le parti sociali così da ottenere il maggior consenso possibile.