Tratto dallo speciale:

Fattura elettronica, nuovo formato xml

di Redazione PMI.it

scritto il

Specifiche tecniche aggiornate per consentire la Dichiarazione IVA Precompilata: nuovo tracciato utilizzabile dal primo ottobre, obbligatorio dal 2021.

La fattura elettronica contiene un maggior numero di elementi dal primo ottobre: è infatti utilizzabile il nuovo tracciato xml, pubblicato sul portale dell’Agenzia delle Entrate, ma fino al 31 dicembre 2020 è possibile continuare a usare le vecchie specifiche tecniche.

Dal 2021, invece, finisce la sperimentazione e si potrà utilizzare solo la nuova versione per compilare la fattura elettronica.

Si tratta della versione 1.6.1 del tracciato xml di fattura elettronica, che l’Agenzia delle Entrate ha approvato lo scorso 20 aprile, aggiornando un precedente rilascio di fine febbraio e facendo slittare ad ottobre (rispetto all’originale prevista di maggio) l’inizio della fase sperimentale.

Tutti i materiali sono disponibili sul portale del Fisco, nell’area dedicata alle specifiche tecniche del servizio Fatture e corrispettivi. Percorso dalla home page: tutti i servizi, comunicazioni, fatture e corrispettivi, specifiche tecniche.

Molto in sintesi, la nuova versione contiene un numero maggiore di dati, che consentono all’Agenzia delle Entrate di predisporre la Dichiarazioni IVA Precompilata. Ci sono nuovi campi relativi alla natura dell’operazione (non imponibili o con inversione contabile), e al tipo di documento.

Per il contribuente la regola fondamentale è la seguente: fino al prossimo 31 dicembre è possibile utilizzare sia le vecchie specifiche tecniche (versione 1.5) sia il nuovo formato (versione 1.6.1). Dal primo gennaio 2021, bisogna necessariamente utilizzare il nuovo formato.

I Video di PMI

Sollecito pagamento fatture