Tratto dallo speciale:

Mappa Coronavirus: la situazione in Italia a febbraio 2021

di Redazione PMI.it

scritto il

La situazione Coronavirus in Italia, aggiornata con i dati comunicati dal Ministero e con il monitoraggio periodico che rileva una lieve miglioramento.

In Italia l’emergenza Coronavirus continua a preoccupare anche se, si legge sul sito del Ministero della Salute, a situazione complessiva, sia in termini di incidenza che di impatto sui servizi assistenziali, mostra lievi segnali di miglioramento. Nonostante l’emersione di nuove nuove varianti virali del Covid-19 a più elevata trasmissibilità e già identificate nel nostro Paese, molte speranze sono riposte nel Piano vaccini che ha recentemente preso il via in Italia e ad oggi ha portato alla somministrazione di oltre 2milioni di prime dosi (circa il 3% della popolazione) e 659.565 seconde dosi.

Mentre l’Italia per ora resta suddivisa in aree di rischio Covid-19 (giallo, arancione e rosso), sulla base degli scenari e di 21 indicatori, con restrizioni differenziate in base alla gravità della situazione epidemiologica, cerchiamo di capire, dati alla mano, quale è l’attuale situazione dei contagi da Coronavirus in Italia.

Coronavirus: la situazione in Italia

L’epidemia, sottolinea il Ministero della Salute, resta in una fase delicata e non si esclude un nuovo rapido aumento nel numero di casi nelle prossime settimane. È pertanto importantissimo che tutti continuino a rispettare le regole di prevenzione e contenimento del contagio, primo fra tutti l’uso corretto delle mascherine, mantenere la drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone al di fuori del proprio nucleo abitativo e rimanere a casa il più possibile.

Nel monitoraggio aggiornato al periodo 18 gennaio 2020 – 24 gennaio 2021 si osservare una lieve diminuzione dell’incidenza a livello nazionale negli ultimi 14 gg:

  • dal 289,35 per 100.000 abitanti registrato nel periodo 11/01/2021 – 24/01/2021;
  • al 339,24 per 100.000 abitanti del periodo 04/01/2021 – 17/01/2021.

Tuttavia l’incidenza è ancora lontana da livelli che permetterebbero il completo ripristino sull’intero territorio nazionale dell’identificazione dei casi e tracciamento dei loro contatti.

Nel periodo 06 gennaio – 19 gennaio 2021, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,84 (range 0,75– 0,98), in diminuzione e con il limite superiore del range sotto l’uno. Fa ben sperare il fatto che si continui a osservare un miglioramento del livello generale del rischio, con un aumento significativo di Regioni a rischio basso secondo il DM del 30 aprile 2020. Complessivamente, una sola Regione ha una classificazione di rischio alto (zona rossa), contro le quattro della settimana precedente, dieci con rischio moderato (zona arancione) e dieci con rischio basso (zona gialla). Una Regione (Molise) ha un Rt puntuale maggiore di 1 anche nel limite inferiore compatibile con uno scenario di tipo 2. Le altre Regioni/PPAA hanno un Rt puntuale compatibile con uno scenario tipo uno.

Per quanto riguarda lo stato delle terapie intensive:

  • scende da 12 a 8 il numero di Regioni/PPAA che hanno un tasso di occupazione in terapia intensiva e/o aree mediche sopra la soglia critica;
  • il tasso di occupazione in terapia intensiva a livello nazionale si colloca sotto la soglia critica (28%);
  • complessivamente, il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in diminuzione da 2.487 (19/01/2021) a 2.372 (26/01/2021);
  • il numero di persone ricoverate in aree mediche è anche in diminuzione, passando da 22.699 (19/01/2021) a 21.355 (26/01/2021).

Per quanto riguarda il rilevamento e tracciamento dei casi Covid-19:

  • si osserva una diminuzione nel numero di casi non riconducibili a catene di trasmissione note (29.432 vs 33.339 la settimana precedente);
  • aumenta la percentuale dei casi rilevati attraverso attività di tracciamento dei contatti (31,7% vs 28,7%):
  • rimane stabile la percentuale di casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (31,4% vs 31,5% la settimana precedente);
  • il 23,6% dei casi è stato rilevato attraverso attività di screening;
  • il 13,3% non è stata riportata la ragione dell’accertamento diagnostico.

=> Multe restrizioni Coronavirus da 280 euro: guida alle violazioni

Coronavirus in Italia: dati aggiornati

Oggi in Italia:

  • i positivi al Covid-19 sono 437.765 (-9.824);
  • i dimessi/guariti 2.043.499 (+18.976);
  • i deceduti 89.344 (+499);
  • i casi totali da inizio pandemia 2.570.608 (+9.660).

Regioni – totale casi, attuali e incremento:

  • Lombardia: 540.059 (46.559) (912);
  • Veneto: 313.316 (32.044) (621);
  • Piemonte: 224.376 (12.125) (765);
  • Campania: 224.098 (61.859) (919);
  • Emilia-Romagna: 220.575 (45.312) (879);
  • Lazio: 207.007 (60.773) (842);
  • Sicilia: 137.853 (41.613) (984);
  • Toscana: 135.228 (9.202) (399);
  • Puglia: 124.165 (51.702) (879);
  • Liguria: 70.055 (4.385) (238);
  • Friuli Venezia Giulia: 67.921 (11.226) (258);
  • Marche: 56.009 (8.681) (333);
  • Abruzzo: 43.214 (10.062) (210);
  • P.A. Bolzano: 41.122 (5.008) (639);
  • Sardegna: 38.731 (15.192) (71);
  • Umbria: 36.477 (5.772) (283);
  • Calabria: 33.108 (8.614) (166);
  • P.A. Trento: 27.752 (2.396) (172);
  • Basilicata: 13.299 (3.861) (55);
  • Molise: 8.439 (1.178) (31);
  • Valle d’Aosta: 7.804 (201) (4).

Province – totale e incremento casi:

  • Milano: 189.741 (313);
  • Roma: 147.158 (88);
  • Napoli: 136.127 (590);
  • Torino: 117.479 (381);
  • Treviso: 61.474 (118);
  • Verona: 60.720 (96);
  • Varese: 58.294 (66);
  • Padova: 57.590 (124);
  • Brescia: 52.658 (114);
  • Monza e della Brianza: 52.122 (45);
  • Vicenza: 51.461 (122);
  • Venezia: 50.277 (107);
  • Bologna: 49.434 (229);
  • Bari: 47.266 (374);
  • Bolzano: 41.122 (639);
  • Como: 39.185 (67);
  • Caserta: 39.180 (119);
  • Genova: 38.799 (93);
  • Catania: 38.502 (165);
  • Modena: 38.189 (163);
  • Palermo: 38.089 (391);
  • Firenze: 37.578 (118);
  • Salerno: 32.019 (177);
  • Cuneo: 30.823 (119);
  • Bergamo: 30.818 (16);
  • Udine: 29.945 (86);
  • Reggio nell’Emilia: 29.517 (98);
  • Pavia: 28.538 (80);
  • Trento: 27.752 (172);
  • Perugia: 27.334 (263);
  • Foggia: 26.203 (156);
  • Latina: 20.718 (452);
  • Mantova: 20.649 (52);;;
  • Rimini: 19.979 (79);
  • Alessandria: 19.906 (44);
  • Pisa: 18.193 (49);
  • Messina: 18.167 (126);
  • Piacenza: 17.797 (59);
  • Forlì-Cesena: 17.758 (104);
  • Novara: 17.656 (78);
  • Frosinone: 17.417 (170);
  • Belluno: 17.316 (12);
  • Taranto: 16.826 (143);
  • Ravenna: 16.579 (30);
  • Cremona: 16.213 (17);
  • Ancona: 16.131 (62);
  • Pordenone: 15.453 (115);
  • Lecco: 15.320 (35);
  • Parma: 15.023 (26);
  • Lucca: 13.867 (34);
  • Barletta-Andria-Trani: 13.745 (86);
  • Trieste: 13.577 (48);
  • Pesaro e Urbino: 12.960 (49);
  • Ferrara: 12.781 (79);
  • Reggio di Calabria: 12.619 (89);
  • Sassari: 12.606 (19);
  • Arezzo: 12.222 (37);
  • L’Aquila: 12.189 (18);
  • Lodi: 11.930 (25);
  • Macerata: 11.908 (110);
  • Asti: 11.611 (54);
  • Pistoia: 11.490 (19);
  • Prato: 11.454 (34);
  • Teramo: 11.129 (19);
  • Viterbo: 10.955 (63);
  • Lecce: 10.492 (66);
  • Livorno: 10.466 (47);
  • Sondrio: 10.196 (50);
  • Avellino: 10.138 (38);
  • Savona: 10.056 (47);
  • Trapani: 9.921 (145);
  • Chieti: 9.896 (68);
  • Cosenza: 9.764 (43);
  • Rovigo: 9.668 (40);
  • La Spezia: 9.650 (18);
  • Pescara: 9.447 (92);
  • Siracusa: 9.414 (52);
  • Brindisi: 8.934 (52);
  • Cagliari: 8.913 (25);
  • Potenza: 8.873 (42);
  • Massa Carrara: 8.554 (21);
  • Vercelli: 8.343 (24);
  • Gorizia: 8.131 (9);
  • Imperia: 8.093 (69);
  • Verbano-Cusio-Ossola: 8.017 (24);
  • Ragusa: 7.966 (7);
  • Nuoro: 7.753 (3);
  • Terni: 7.661 (9);
  • Biella: 7.634 (40);
  • Aosta: 7.532 (4);
  • Rieti: 6.698 (40);
  • Fermo: 6.583 (23);
  • Ascoli Piceno: 6.341 (44);
  • Siena: 6.278 (23);
  • Sud Sardegna: 6.258 (7);
  • Caltanissetta: 6.245 (34);
  • Benevento: 5.823 (30);
  • Campobasso: 5.790 (25);
  • Agrigento: 5.389 (55);
  • Catanzaro: 4.896 (16);
  • Grosseto: 4.571 (17);
  • Enna: 4.160 (9);
  • Matera: 4.019 (12);
  • Oristano: 3.201 (17);
  • Vibo Valentia: 2.841 (12);
  • Crotone: 2.629 (6);
  • Isernia: 2.597 (6).

I Video di PMI