Tratto dallo speciale:

Reddito di Cittadinanza: cambiano le regole sul Green Pass

di Redazione PMI.it

scritto il

Il Ministero del Lavoro chiarisce le nuove regole sul Green Pass e l’accesso ai luoghi di lavoro per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza da aprile.

Per il 31 marzo 2022 è prevista la fine dello stato di emergenza in Italia. Una data che rappresenta uno spartiacque per quanto concerne le regole relative al Green Pass e l’accesso ai luoghi di lavoro, anche per i beneficiari di Reddito di Cittadinanza.

A chiarire gli ultimi dubbi in materia è stato il Ministero del Lavoro, attraverso una nota ufficiale riferita alla Certificazione Verde Covid e al Super Green Pass per la partecipazione ai Progetti Utili alla Collettività (PUC).

La nota ministeriale sottolinea che dal 1° aprile per chi ha meno di 50 anni scatta lo stop al Green Pass base per accedere al luogo di lavoro, mentre l’obbligo di mostrare il Super Green Pass ottenuto con vaccinazione completa o guarigione dal Covid per gli over 50 resterà valido fino al 15 giugno 2022.

Per quanto concerne i beneficiari del Reddito di Cittadinanza impiegati in progetti PUC presso le PA, l’obbligo inerente al possesso del Green Pass rafforzato dopo la fine di marzo si basa sulla valutazione dell’età anagrafica. Ecco i due casi possibili:

  • beneficiari RdC, che non abbiano ancora compiuto 50 anni e partecipanti ai PUC a titolarità dei Comuni: fino al 31 marzo 2022 sono tenuti a possedere ed esibire su richiesta la Certificazione Verde;
  • beneficiari RdC, tenuti per espressa previsione normativa a partecipare ai PUC e che abbiano compiuto 50 anni: in analogia a quanto previsto per tutti i lavoratori e indipendentemente dal settore in cui operano e dalla tipologia di attività che svolgono, è previsto fino al 15 giugno 2022 l’obbligo di Super Green Pass per accedere al proprio luogo di attività.

Il mancato rispetto di tali disposizioni si configurerà come una mancata partecipazione al PUC e, inoltre, sarà considerato assenza ingiustificata. Il Ministero ribadisce, inoltre, che il beneficiario di RdC che non intende dotarsi di Green Pass può rinunciare temporaneamente al RdC per evitarne la decadenza, ripresentando la domanda in un periodo successivo se in possesso della certificazione o qualora siano cambiate le disposizioni di legge.